Tour de France 2018, sesta tappa: Daniel Martin vince sul Mûr-de-Bretagne

La sesta tappa del Tour de France, con partenza da Brest e arrivo sul Mûr-de-Bretagne Guerlédan, ha visto la vittoria di

La sesta tappa del Tour de France 2018, con partenza da Brest e arrivo sul Mûr-de-Bretagne Guerlédan dopo 181 chilometri, ha visto il successo sullo strappo finale di Daniel Martin, con Latour secondo e Valverde terzo. Nulla dafare per il grande favorito di giornata Alaphilippe, arrivato quarto. In maglia gialla resta il belga Greg Van Avermaet, con 3 secondi di vantaggio su Geraint Thomas.

LA FUGA DI GIORNATA

Dopo pochi chilometri dal via, parte l'ormai consueta fuga di giornata di questa edizione 105 del Tour de France. A portarsi in testa sono stati i seguenti corridori: Laurent Pichon (Fortuneo – Samsic), Damien Gaudin, Fabien Grellier (Direct Energie) Anthony Turgis (Cofidis), Dion Smith (Wanty – Groupe Gobert). Il gruppo maglia gialla lascia andare via i fuggitivi, con questi che accumulano un vantaggio massimo vicino ai 7 minuti.

A 100km dall'arrivo sul percorso si affronta un fortissimo vento che crea "ventagli" pericolosi all'interno del gruppo. La Quick Step prova un attacco, spezzando il plotone in due. Nel secondo gruppo restano anche Quintana, Fulgsang, Nibali e Daniel Martin. La Movistar però non perde tempo e riporta in gruppo Quintana, con Nibali a ruota. La Quick Step continua a fare l'andatura, riducendo a soli 2'15" il vantaggio dei fuggitivi ai meno 75km dal traguardo.

LA FASE DECISIVA DELLA TAPPA

Ai meno 35 dall'arrivo Gaudin attacca e prova a staccare gli ex compagni di fuga, ma senza grossa fortuna. Il vantaggio dei cinque resta attestato sui 1'30" sul gruppo. La prima scalata del Mur de Bretagne inizia a 16 km dall’arrivo, che viene affrontato per primo dal francese Grellier (Direct Energie), ma con soli 30 secondi di vantaggio sul gruppo. Sulla prima scalata, strappo durissimo di 2 km con una pendenza media del 7% e delle rampe nella parte centrale che arrivano anche al 12%, non accade molto. A 5km dal traguardo Tom Dumoulin subisce la foratura della ruota anteriore, col Team Sky che davanti al gruppo fa l'andatura, perdendo subito 30 secondi. Ai 2km dall'arrivo parte lo strappo durissimo, con Daniel Martin che stacca tutti a 1200 metri dal traguardo. Non lo prendono più, con Latour secondo e Valverde terzo.

ORDINE DI ARRIVO: 1. Daniel Martin, 2. Latour a 1", 3. Valverde, 4. Alaphilippe, 5. Majka, 6. Yates, 7. Mollema, 8. Sagan, 9. Thomas, 10. Roglic a 3".

CLASSIFICA GENERALE — 1. Van Avermaet, 2. Thomas a 3", 3. Van Garderen a 5", 4. Alaphilippe a 6", 5. Gilbert a 12", 6. Jungels a 18", 7. Uran a 45", 8. Valverde a 51", 9. Majka a 52", 10. Fuglasang a 53", 11. Porte a 53", 12. Landa a 55", 13. Yates 1'02"; 14. Froome a 1'02", 15. Doumolin a 1'03", 17. Nibali a 1'08".

Calendario Tour de France 2018: percorso, tappe e altimetrie della corsa francese

Tour, 5° tappa - Sagan vince in volata, Colbrelli 2°



News correlate

Torna su