Tour de France 2018, settima tappa: la volata finale dice Groenewegen

La settima tapa del Tour de France con partenza da Fougères e arrivo a Chartres dopo 231 chilometri, ha visto vincere in volata l'olandese Groenewegen

La settima tappa del Tour de France 2018, con partenza da Fougères e arrivo a Chartres dopo 231 chilometri, ha visto il successo in volata dell'olandese Dylan Groenewegen. La maglia gialla resta sulle spalle del belga Greg Van Avermaet, con 6 secondi di vantaggio su Geraint Thomas, dopo aver vinto il traguardo volante di Nonveilliers-Grandhoux.

LA FUGA DI GIORNATA

Dopo pochi chilometri dal via, parte l'ormai consueta fuga di giornata di questa edizione 105 del Tour de France. A portarsi in testa sono stati i seguenti corridori: Arthur Vichot (FDJ), Yves Lampaert (Quick-Step Floors), Tony Gallopin e Oliver Naesen (AG2R), Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe), Michael Gogl (Trek-Segafredo), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) Edward Theuns (Sunweb) e Simon Gerrans (BMC). Il gruppo maglia gialla però non lascia andare via i fuggitivi, i quali accumulano solo una 30ina di secondi prima di essere raggiunti. Al 35° km però parte l'attacco solitario di Yoann Offredo (Wanty), col francese che accumula un vantaggio massimo di 8 minuti quando mancano 160km al traguardo.

A quel punto dal gruppo iniziano a muoversi la Quick Step, la Lotto-Jumbo e Lotto Soudal, squadre che tirano in maniera più decisa. Il vantaggio di Offredo cala drasticamente, anche perché il solito fortissimo vento apre ventagli importanti nel Gruppo. Tanto frazionamenti col Team UAE Emirates a menare le danze. Il Gruppo torna compatto a 90 km dall'arrivo. Poco dopo ci prova un altro francese, Laurent Pichon (Fortuneo-Samsic) che accumula un vantaggio di 2 minuti.

LA FASE DECISIVA DELLA TAPPA

In testa al gruppo si mantengono tre squadre: Sky, BMC e Movistar, con Pichon che viene ripreso a 37 km dall'arrivo e gruppo ancora compatto. Non succede altro, a livello di fuga, col gruppo che non prende iniziativa sino ad arrivare al traguardo volante dove Van Avermaet vince lo sprint di Nonveilliers-Grandhoux e conquista 3″ di abbuono, rafforzando ulteriormente la sua maglia gialla. La volata finale è tirata dal treno della Quick Step, con Kristoff che prova ad anticipare Gaviria. Il colombiano sembra lanciato verso il tris, ma alle sue spalle rinviene Groenewegen che batte tutti.

ORDINE DI ARRIVO: 1. Groenewegen, 2. Gaviria, 3. Sagan, 4. Demare, 5. Laporte, 6. Dekengolb, 7. Impey, 8. Greipel, 9. Pasqualon, 10. Cavandish.

CLASSIFICA GENERALE — 1. Van Avermaet, 2. Thomas a 6", 3. Van Garderen a 8", 4. Alaphilippe a 9", 5. Gilbert a 15", 6. Jungels a 21", 7. Uran a 48", 8. Valverde a 54", 9. Majka a 55", 10. Fuglasang a 56", 11. Porte a 56", 12. Landa a 58", 13. Yates 1'05"; 14. Froome a 1'05", 16. Nibali a 1'11", 19. Doumolin a 1'26".

Calendario Tour de France 2018: percorso, tappe e altimetrie della corsa francese

Tour, 6° tappa - Vince Martin, bene Nibali



News correlate

Torna su