Tour de France 2018, Nibali costretto al ritiro dopo la caduta: le condizioni fisiche

Sulla salita finale dell’Alpe d’Huez, Vincenzo Nibali viene ostacolato da due moto della polizia e finisce a terra: le sue condizioni fisiche

Una tappa, la numero 12 del Tour de France, che costa caro a Vincenzo Nibali. Una frazione molto importante, con l'arrivo in cima alla mitica salita dell'Alpe D'Huez. A vincere ancora una volta è stato Geraint Thomas, la seconda consecutiva, con Dumoulin, Bardet e Froome a seguire. Sfortunato invece Vincenzo Nibali, finito a terra a 4km dal traguardo. Ecco il punto.

LA CADUTA DI NIBALI A 4KM DALL'ARRIVO

La ricostruzione dell'accaduto. Mancano circa 4km all'arrivo, quando Froome dà una delle sue classiche accelerazioni, Nibali risponde, ma la strada si restringe, il pubblico è troppo vicino e due moto della gendarmeria francese rallentano. Il siciliano non può evitarle e le "tampona" finendo a terra. "C'era Bardet con 10" di vantaggio, in mezzo le moto, poi in quel punto la strada stringeva, c'erano due moto della polizia. Quando Froome ha accelerato l'ho seguito, poi c'e' stato un rallentamento e sono andato giù". Queste le parole di Vincenzo Nibali ai microfoni della Rai a caldo (LEGGI IL REPORT COMPLETO DELLA TAPPA).

LE CONDIZIONI FISICHE DI NIBALI

Il siciliano comunque, con grande spirito combattivo, si è rialzato e ha chiuso con soli 13 secondi di svantaggio dal vincitore Thomas. Ma ora sono le sue condizioni fisiche sotto la lente d'ingrandimento. Sottoposto a visita e radiografia, i medici parlano di sospetta frattura vertebrale. Nibali è stato portato in ambulanza a Grenoble perché non era disponibile un elicottero, per ulteriori accertamenti. Il suo Tour è a forte rischio e il ritiro è una eventualità molto plausibile.

IL RITIRO DI NIBALI

Gli accertamenti effettuati all'ospedale di Grenoble hanno confermato la prima diagnosi effettuata dal medico della Bahrein-Merida, col siciliano che ha riportato la frattura di una vertebra. Dunque per lo "Squalo dello Stretto" arriva un amarissimo ritiro, quando le possibilità di giocarsi le proprie carte erano ancora intatte. Nibali non si presenterà al via della 13esima tappa, per lui ci sarà il rientro in Italia già nelle prossime ore.

ORDINE DI ARRIVO 12esima tappa — 1. Thomas, 2. Dumoulin a 2", 3. Bardet a 3", 4. Froome a 4", 5. Landa a 7", 6. Roglic a 13", 7. Nibali a 13", 8. Fulgsang a 42", 9. Quintana a 47", 10. Kruijswijk a 53".

CLASSIFICA GENERALE1. Thomas, 2. Froome a 1'39", 3. Dumoulin a 1'50", 4. Nibali a 2'37", 5. Roglic a 2'46", 6. Bardet a 3'07", 7. Landa a 3'13", 8. Kruijswijk a 3'43", 9. Quintana a 4'13", 10. D. Martin a 5'11".

Calendario Tour de France 2018: percorso, tappe e altimetrie della corsa francese

Tour, 12° tappa - La brutta caduta di Nibali, costata il ritiro



News correlate

Torna su