Tour de France 2018, 17esima tappa: sul Col du Portet trionfa Quintana, cambia la classifica generale

Tappa velocissima e di soli 65 km quella numero 17 del Tour de France, che ha visto vincere in cima al Col du Porte il Nairo Quintana

La 17esima tappa del Tour de France 2018, con partenza da Bagnères-de-Luchon e arrivo in cima al Col du Portet dopo soli 65 km, ha visto vincere in slitaria Nairo Quintana della Movistar. Cambia la classifica generale, non la maglia gialla che Geraint Thomas ha consolidato arrivato terzo dietro Martin. Infatti ha perso terreno Chris Froome, staccatosi a 1500 metri dall'arrivo.

TAPPA SUBITO INFIAMMATA

Dopo alcune centinaia di metri dal via, parte l'ormai consueta fuga di giornata di questa edizione 105 del Tour de France. Il pià convinto di tutti è Kangert dell'Astana che allunga in solitaria sulla prima salita di giornata, il Col de Peyragudes. Allo scollinamento dopo 15 km di ascesa, l'estone mantiene un vantaggio di con 18 secondi sul terzetto all’inseguimento: Alaphilippe, Herrada Lopez e Durasek. Il Gruppo Maglia Gialla lascia fare e insegue a 3'30".

A 32 km dall'arrivo, nel mentre della scalata del Col de Val Louron-Azet, in testa ci sono tre fuggitivi, ossia Alaphilippe, Durasek e Kangert, con 1' di vantaggio sun un gruppetto con Majka e Valverde. Più indietro il Gruppo Maglia Gialla con 2'45" di ritardo, che però viene "rianimato" dal lavoro duro di AG2R e Movistar, con Latour e Soler a spartirsi il lavoro e riducendo in cima il gap a soli 2' di ritardo dai tre fuggitivi.

LA FASE DECISIVA DELLA TAPPA

L'ultima salita, il durissimo Col du Portet (16km con pendenza media del 9%), vede subito Alaphilippe staccarsi e Kangert rimanere in testa in solitaria. Dietro scatta Quintana, ma ai meno 13km dall'arrivo parte Roglic con Froome ad inseguire e Thomas che resta fermo, facendo capire nettamente che il capitano del Team Sky è ancora il fresco vincitore del Giro d'Italia. Il lavoro però di Dumoulin riporta tutti sotto, da Thomas a Landa, passando per Bardet. A 10km dall'arrivo Kangert ha 50 secondi di vantaggio su Quintana e Majka, e 1'30" sul gruppo maglia gialla.

Quintana e Majka hanno un altro passo e a 7km dall'arrivo vanno a riprendere prima e lasciare poi Kangert, con Daniel Martin primo degli inseguitori. Il colombiano della Movistar stacca il polacco ai 6km dalla cima del Col du Portet, mentre nl gruppo maglia gialla ci sono Poulse, Bernal, Thomas, Froome (tutti del tem Sky), Landa, Dumoulin, Roglic, Kruijswijk e Bardet. Il francese va in crisi e si stacca, davanti Quintana ai meno 2km ha 25 secondi di vantaggio su Martin e 1'10" sul gruppo Thomas e Froome.

A 1500 metri dall'arrivo arriva lo scatto di Dumoulin, capendo le difficoltà di Froome che era finito nelle retrovie. A inseguire l'olandese ci sono Thomas e Roglic che tengono il passo. Davanti vince Quintana, con Martin e Thomas a seguire. La maglia gialla consolida il primato, Froome perde terreno.

ORDINE DI ARRIVO — 1. Quintana, 2. Martin a 28", 3. Thomas a 47", 4. Roglic a 52", 5. Dumoulin a 52", 6. Kruijswijk a1'05", 7. Bernal a 1'33", 8. Froome a 1'35", 9. Landa a 1'35", 10.Zakarin 2'01".

CLASSIFICA GENERALE1. Thomas, 2. Dumoulin a 1'59", 3. Froome a 2'31", 4. Roglic a 2'47", 5. Quintana a 3'30", 6. Kruijswijk a 4'19", 7. Landa a 4'34", 8. Bardet a 5'13", 9. D. Martin a 6'33", 10. Fulgsang 9'31".

Calendario Tour de France 2018: percorso, tappe e altimetrie della corsa francese

Tour, 16ª tappa - Yates spreca, Alaphilippe raddoppia



News correlate

Torna su