Juventus, le combinazioni Scudetto: ecco quando potrebbe festeggiare

Juventus e Napoli sono divise adesso da sei punti, vantaggio difficilmente colmabile ad altrettante giornate dalla conclusione del campionato

La 32esima giornata del campionato di Serie A ha sorriso non poco alla Juventus. La formazione bianconera, grazie alla vittoria per 3-0 sulla Sampdoria e al contemporaneo 0-0 del Napoli contro il Milan, ha potuto aumentare ancora di più il proprio distacco sulla formazione azzurra. Sei punti dividono adesso la Juventus dal Napoli a sei giornate dal termine. Un distacco decisamente importante anche se con uno scontro diretto ancora da giocare, sebbene in casa dei bianconeri. La squadra di Massimiliano Allegri può però stare relativamente tranquilla, anche dando un occhio alle statistiche.

Distacco di sei punti mai colmato a sei giornate dalla fine nell'era dei tre punti

I numeri dicono che in Serie A nell’era del campionato a tre punti, quindi dalla stagione 1994/95, mai nessuno è riuscito a recuperare un distacco così ampio in graduatoria. In particolare soltanto in tre circostanze la vittoria non è andata alla formazione che si trovava avanti in classifica bensì a quella inseguitrice: è successo nel 1998/99, quando il Milan trionfò ai danni della Lazio, nel 1999/00, quando la Lazio riuscì a superare la Juventus, e nel 2001/02, quando proprio la Juventus ebbe la meglio sull’Inter in rimonta.

In questi casi, va detto, il distacco tra la prima e la seconda era nettamente inferiore: quattro punti per la Lazio nel 1999, tre per la Juventus nel 2000 e tre per l'Inter nel 2002. È successo in cinque campionati che il distacco tra prima e seconda fosse di sei lunghezze e in ognuna di queste occasioni a trionfare è stata sempre la formazione che si trovava davanti in classifica.

Quando può arrivare la vittoria matematica dello Scudetto?

A questo punto è inevitabile cominciare a pensare a quando la formazione allenata da Massimiliano Allegri potrebbe cucirsi il titolo su petto. È molto difficile, ma in teoria i bianconero potrebbero festeggiare già tra due giornate, ovvero domenica, proprio nello scontro diretto con il Napoli. La conditio sine qua non è ovviamente il fatto che il Napoli perda in casa contro l’Udinese, oltre ovviamente al doppio successo dei bianconeri contro il Crotone e contro lo stesso Napoli. In questo caso il distacco tra le due compagini sarebbe di dodici punti con scontro diretto a favore della Juventus, dunque incolmabile a quattro turni dal termine.

Nel caso i cui il Napoli facesse bottino pieno contro l’Udinese, ipotesi che al momento sembra più realistica visto anche il momento vissuto dai friulani, la conquista aritmetica del settimo scudetto consecutivo della Juventus potrebbe arrivare il prossimo 28 aprile a San Siro contro i rivali storici dell’Inter. Chiaramente questa possibilità esisterà solo nel caso in cui i bianconeri abbiano prima battuto il Napoli nello scontro diretto e poi la stessa Inter, in modo da avere un margine di nove lunghezze a tre turni dalla fine del campionato (con scontri diretti a favore).

A questo punto, dunque, il Napoli ha il dovere di provare a vincere all’Allianz Stadium non solo per provare a riaccendere le proprie speranze di vittoria, ma anche per posticipare quanto più possibile la vittoria dei bianconeri. Una rimonta in queste condizioni avrebbe del clamoroso, ma la settimana appena trascorsa ci ha insegnato che nel calcio nulla è impossibile.

Serie A, tutti i video gol e highlights

I video aggiornati con tutte le sintesi dei match di Serie A con i gol e gli highlights.



News correlate

Torna su