F1, Ferrari in ginocchio. Vettel: "Mondiale finito? Non serve un genio..."

Il ritiro di Sebastian Vettel in Giappone suona come una condanna sulle speranze di titolo, come ammette lo stesso pilota Ferrari

Un finale di stagione che doveva poter essere a favore della Ferrari e che invece si sta trasformando in un "mini dramma" sportivo per la Rossa.

La parentesi asiatica per la scuderia di Maranello è stata a dir poco negativa, con l'incidente al via tra Vettel e Raikkonen al via del Gp di Singapore, i problemi di motore in Malesia a Sepang e infine il ritiro del tedesco ancora in avvio di gara anche a Suzuka in Giappone. Il risultato di tutto ciò è che adesso Lewis Hamilton ha il mondiale piloti in tasca, con 59 punti di vantaggio da gestire su Vettel a 4 gran premi dalla conclusione. Più di 2 Gp di vantaggio da difendere, in pratica un'enormità. A fermare la Ferrari a Suzuka un problema molto "particolare", come comunicato dalla stessa scuderia: "Il problema è stato causato dalla rottura di una candela di accensione: per questo il motore non aveva potenza sin dall'inizio."

Lo stesso Vettel, comprensibilmente affranto e deluso, ha spiegato ai microfoni di Sky Sport, i problemi accusati dalla sua vettura in Giappone: "Non era la nostra giornata. Abbiamo avuto un piccolo problema che ne ha creato uno più grande. Mi ero accorto di avere scarsa potenza già in formazione".

Il ritiro di Sebastian Vettel in Giappone suona come una condanna sulle speranze di titolo, come ammette lo stesso pilota Ferrari: "Non serve un genio in matematica per capire che adesso è dura. Ma adesso dobbiamo tornare a casa e riposarci. Abbiamo le possibilità per far bene nelle ultime quattro gare".

Un vantaggio quasi incolmabile quello da recuperare su Hamilton, il quale già ad Austin tra 15 giorni potrebbe festeggiare il titolo mondiale, il quarto della sua carriera:

"E' stato bello vivere una giornata così, grande gara. La pista era fantastica e il team ha fatto un lavoro incredibile. Verstappen ha fatto una super gara, non è stato facile per noi. Le Red Bull erano più veloci in assetto da gara ma sono riuscito a tenerle a bada, è stato difficile soprattutto con le safety car in pista. Mondiale in discesa? Potevo solo sognare di avere un vantaggio simile. La Ferrari è stato un avversario solido per tutto l'anno, posso solo togliermi il cappello davanti al mio team per il lavoro fantastico."

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO (il gioco è vietato ai minori di anni 18). Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24? Ecco come entrare a far parte del nostro team - clicca qui





News correlate

Torna su