L'Alfa Romeo torna in Formula 1: Biscione sponsor e fornitore dei motori alla Sauber

Accordo pluriennale tra la casa automobilistica del Gruppo FCA e il team svizzero che gareggia in Formula 1

L'Alfa Romeo torna in Formula 1: Biscione sponsor e fornitore dei motori alla Sauber

L'Alfa Romeo torna in Formula 1. La scuderia svizzera Sauber ha annunciato una nuova partnership pluriennale con il marchio del Biscione di proprietà del Gruppo FCA. Dal 2018 i motori del team elvetico non saranno più marchiati Ferrari ma Alfa Romeo. La casa nata a Milano nel 1910 e oggi di proprietà del Gruppo Fiat sarà anche lo sponsor principale del team che, dunque, si chiamerà “Alfa Romeo Sauber F1 Team”. Un accordo che consentirà anche lo scambio di informazioni tecniche ed ingegneristiche tra i due gruppi e che permetterà di sviluppare nuove opportunità anche al di fuori della Formula 1. Grande soddisfazione in casa Fiat per questa importante novità.

Una forte spinta al ritorno dell'Alfa Romeo in Formula 1 era arrivata in tempi non sospetti dall'amministratore delegato di FCA e presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, che oggi ha spiegato: “è un passo significativo nella ricostruzione del brand Alfa Romeo. Tornando in Formula 1 dopo un’assenza dalle corse di oltre 30 anni, restituisce al campionato uno dei marchi che hanno fatto la storia di questo sport, andando ad aggiungersi ad altre importanti aziende automobilistiche che partecipano alla Formula 1”.

Marchionne ha anche aggiunto che il brand Alfa Romeo “potrà beneficiare dello scambio tecnico e strategico con un partner di esperienza indiscussa come Sauber F1 Team. Gli ingegneri e i tecnici dell’Alfa Romeo, che hanno già dato prova delle loro capacità con la progettazione dei nuovi modelli Giulia e Stelvio, potranno ulteriormente ampliare la loro esperienza portando al Sauber F1 Team competenze tecniche di assoluta avanguardia. Contemporaneamente, tutti gli appassionati di Alfa Romeo potranno di nuovo tifare per un costruttore di automobili che è determinato a scrivere un nuovo capitolo della sua unica e leggendaria storia sportiva”.

Soddisfazione, ovviamente, traspare anche dal gruppo svizzero con Pascal Picci, Presidente di Sauber Holding AG, che ha dichiarato: “Siamo orgogliosi che un’azienda del calibro internazionale di Alfa Romeo abbia scelto di lavorare con noi per il suo ritorno nel massimo campionato automobilistico. Lavorare a stretto contatto con un’azienda automobilistica rappresenta una grande opportunità per il Gruppo Sauber di sviluppare ulteriormente i propri progetti tecnologici e ingegneristici. Siamo all’inizio di quella che siamo certi sarà una partnership duratura e di successo, fiduciosi che lavorando insieme potremo portare Alfa Romeo Sauber F1 Team a raggiungere traguardi prestigiosi”.

È lunga la storia di Alfa Romeo in Formula 1. Nel 1950 con Nino Farina e nel 1951 con Juan Manuel Fangio vinse i primi due campionati del mondo. Dal 1961 al 1979 fu fornitrice di motori di diverse scuderie tra cui – dal 1976 al 1979 – della Brabham di Bernie Ecclestone. Tornò in gara come costruttrice dal 1979 al 1985, mentre nel periodo 1983-1988 fu ancora fornitrice di motori, stavolta per il modesto team Osella.



News correlate

Torna su