Formula 1, il Gp di Baku è a rischio: manca l'accordo per il rinnovo del contratto

L'accordo attuale tra la Formula 1 e il governo dell'Azerbaijan scade nel 2018, col Gp che andrà in scena il prossimo 29 aprile

Il Mondiale 2018 di Formula 1 deve ancora iniziare, col primo classico appuntamento in Australia a marzo. Ma c'è già chi, come in Azerbaigian, inizia ad "alzare" la voce per quanto riguarda il proprio futuro nel Circus adesso guidato da Liberty Media. Questo perché, tra il governo azero e la nuova governance della Formula 1, va ridiscusso l'accordo tra le parti per proseguire assieme il cammino iniziato nel 2016 con l'esordio del Gp di Baku nel calendario della F1. Il precedente accordo aveva durata triennale, dunque in scadenza proprio quest'anno quando si disputerà il Gp il prossimo 29 aprile. 

Adesso dunque il ministero dello Sport azero chiede a Liberty Media un rinnovo di contratto, ma a condizioni diverse da quelle attualmente in vigore. Il ministro dello sport, nelle prossime ore, Azad Rahimov ha in programma proprio un incontro con il presidente e l'amministratore delegato della Liberty Media.

Rahimov sta cercando condizioni migliori prima che venga firmato un accordo a lungo termine. Riguardo a questo, all'agenzia di stampa Tass, il ministro ha raccontato come stanno realmente le cose: "Entro tre mesi dalla disputa del GP dovremo rispondere a Liberty se continuare per altri 5 anni, le condizioni dell'attuale contratto non sono accettabili, e l'attuale proprietà della Formula 1 lo sa bene. La trattativa verte su alcune condizioni commerciali, diritti di sponsorizzazione e canone che versiamo per avere la gara. Il desidero comune, in ogni caso, è quello di continuare".

Un Gp che ha sempre regalato molte emozioni quello di Baku, circuito cittadino  lungo 6 km, il secondo per lunghezza dopo il GP del Belgio, che alterna tratti molto veloci a tratti più lenti. Il rettilineo dei box è lungo 2,2 km, il doppio di quello di Monza, tanto per averne un'idea più precisa. Questo è preceduto da una serie di curve da affrontare in pieno che permette alle vetture di raggiungere velocità molto elevate stimate intorno ai 340 km/h. Nella passata stagione il Gp di Baku fu "teatro" della diatriba tra Vettel e Hamilton (il video dell'incidente tra i due), col tedesco che entrò in contatto col britannico durante l'ingresso in pista della Safety Car.




News correlate

Torna su