F1, Gp Cina 2018: Vettel e Raikkonen in prima fila | Griglia di partenza

La griglia di partenza del Gp della Cina, terza gara del Mondiale di Formula 1 2018: lotta sempre aperta tra Ferrari e Mercedes

RISULTATI QUALIFICHE F1 CINA 2018

Risultati qualifiche, pole position e griglia di partenza del Gran Premio della Cina, terza tappa del Mondiale di Formula 1 2018. Ad aggiudicarsi la terza pole stagionale è stato ancora una volta Sebastian Vettel su Ferrari (1’31″095) che, come accaduto sabato scorso in Bahrain, ha preceduto il compagno di squadra Kimi Raikkonen (in ritardo di soli 87 millesimi) e la Mercedes di Valtteri Bottas (+0.530). Solo quarto Lewis Hamilton, che ha pagato quasi sei decimi di differenza dal leader tedesco (+0.580). A seguire troviamo le due Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo che occupano la terza fila. A completare la Top Ten ci cono Hulkenberg su Renault, Perez su Force India, l'altra Renault di Sainz e la Haas del francese Grosjean.

QUALIFICHE UFFICIALI LIVE TWITTER

LA GRIGLIA DI PARTENZA DEL GP DI CINA

  1. Vettel (Ferrari) 1’31″095
  2. Raikkonen (Ferrari) +0.087
  3. Bottas (Mercedes) +0.530
  4. Hamilton (Mercedes) +0.580
  5. Verstappen (Red Bull) +0.701
  6. Ricciardo (Red Bull) +0.853
  7. Hulkenberg (Renault) +1.437
  8. Perez (Force India) +1.663
  9. Sainz (Renault) +1.724
  10. Grosjean (Haas) +1.760
  11. Magnussen (Haas) eliminato in Q2
  12. Ocon (Force India) eliminato in Q2
  13. Alonso (McLaren) eliminato in Q2
  14. Vandoorne (McLaren) eliminato in Q2
  15. Hartley (Toro Rosso) eliminato in Q2
  16. Sirotkin (Williams) eliminato in Q1
  17. Gasly (Toro Rosso) eliminato in Q1
  18. Stroll (Williams) eliminato in Q1
  19. Leclerc (Alfa Romeo-Sauber) eliminato in Q1
  20. Ericsson (Alfa Romeo-Sauber) eliminato in Q1

RIASSUNTO PROVE LIBERE

Nelle prove libere del venerdì, la Mercedes di Lewis Hamilton si è candidata per ottenere la seconda pole in stagione, dopo quella di Melbourne in Australia. Dopo aver fatto segnare il miglior tempo al mattino, il britannico della Mercedes ha chiuso ancora in testa anche la seconda sessione col tempo di 1'33"482. Ma la Ferrari c'è: alle sue spalle si è piazzato Kimi Raikkonen a 7 millesimi, mentre terza troviamo l'altra Mercedes guidata da Valtteri Bottas a 33 millesimi. Quarto Sebastian Vettel su Ferrari che ha chiuso le libere del venerdì a 108 millesimi dall'inglese. A seguire la Red Bull di Max Vertsappen, la Renault di Nico Hulkenberg, quindi la Haas di Kevin Magnussen.

CIRCUITO SHANGHAI

Il circuito sorge nella periferia della metropoli cinese di Shanghai. La prima edizione si svolge nel 2004 e viene vinta dal brasiliano della Ferrari Rubens Barrichello. Il progettista del circuito è il tedesco Hermann Tilke, colui che ha ideato anche il Gp di Sepang in Malesia. Il tracciato è lungo circa 5,4 km e si compone in maggioranza di curve (16), per un totale di 56 giri. Sono presenti curvoni veloci, rettilinei e staccate violente. I tratti più interessanti del circuito sono sicuramente il mix di curve 1, 2, 3 e 4 subito dopo il traguardo e la combinazione 12-13 che immette sul più lungo rettilineo del Mondiale, da 1,202 chilometri.

Nella passata stagione il Gp della Cina finì con la vittoria di Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes andò a precedere sul traguardo la Ferrari di Sebastian Vettel, secondo, e la Red Bull di Max Verstappen, terzo dopo esser partito dalla 16/a posizione. Quarta piazza per il compagno di squadra Daniel Ricciardo, quinta l'altra rossa di Kimi Raikkonen.  A completare la top 10 Valtteri Bottas, sesto con la Mercedes, settimo Carlos Sainz con la Toro Rosso, ottavo Kevin Magnussen con la Haas. A punti anche la due Force India: nono Perez e decimo Ocon.

RESTA AGGIORNATO SUL MONDIALE 2018 DI FORMULA 1

Il calendario completo della Formula 1 2018 e le dirette tv

La classifica piloti aggiornata Formula 1 2018


VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO, MA ANCHE TANTI ALTRI SPORT IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE 

GP Cina, la race preview

Numeri, curiosità e statistiche del Gp della Cina in programma domenica 15 aprile 2018.



News correlate

Torna su