F1, Azerbaigian 2018: vince Hamilton davanti a Raikkonen, Vettel è solo 4°

La quarta tappa del Mondiale di Formula 1 si disputa in Azerbiagian sul circuito cittadino della capitale Baku: una gara pazza che alla fine viene vinta da Hamilton

RISULTATO E ORDINE DI ARRIVO GP CINA 2018

Il Mondiale 2018 di Formula si è spostato in Azerbaigian per affrontare il quarto Gp stagionale sul circuito cittadino di Baku. Al termine di un Gp emozionante a vincere è stata la Mercedes di Lewis Hamilton davanti alla Ferrari si Kimi Raikkonen e alla Force India di Sergio Perez. Solo quarto Sebastian Vettel autore di un errore a quattro giri dalla fine, dopo il rientro ai box della Safety Car per l'incidente tra le due Red Bull di Daniel Ricciardo e Max Verstappen.

VUOI SCOMMETTERE ADESSO SUL PROSSIMO GP DI FORMULA 1? REGISTRATI ADESSO SU BET365

RIVIVI LA DIRETTA LIVE DEL GP AZERBAIGIAN 2018


GIRO 51/51 - FINISCE QUI! Trionfa Lewis Hamilton davanti a Raikkonen e Perez, con Vettel solo quarto. A seguire Sainz, Leclerc, Alonso, Stroll, Vandoorne, Hartley, Ericsson, Gasly e Magnussen. La classifica piloti aggiornata dopo il Gp di Baku.

GIRO 49/51 - ALTRO COLPO DI SCENA! Bottas foro la posteriore destra e per lui la gara è finita. In testa c'è Hamilton davanti a Raikkonen e Perez, col messicano che ha superato Vettel.

GIRO 48/51 - Ripartenza subito con emozioni, ma Vettel commette un errore gravissimo e scivola al quarto posto, superato da Hamilton e Raikkonen.

GIRO 47/51 - La safety car rientra ai box in questo giro. Dunque saranno quattro i giri ancora da compiere prima della fine.

GIRO 44/51 - Safety Car ancora in pista, dato che Grosjean finisce a muro nel tentativo di scaldare le gomme. Altro tempo che si perde e si prevede a questo punto una ripartenza brevissima, con pochissimi giri da percorrere. La situazione aggiornata dopo 44 giri: Bottas, Vettel, Hamilton, Raikkonen, Perez, Sainz, Leclerc, Stroll, Alonso, Magnussen, Gasly, Hartley, Vandoorne ed Ericsson.

GIRO 41/51 - COPO DI SCENA! Ricciardo e Verstappen si tamponano ed escondo di scena. A questo punto dentro Safety Car, con Bottas, Vettel ed Hamilton che rientrano ai box montando gomme ultrasoft. Ne approfitta anche Raikkonen, anche lui ai box, che adesso è quarto sempre con ultrasoft.

GIRO 39/51 - Si ferma Daniel Ricciardo e rientra al quinto posto dietro Verstappen. Davanti sempre Bottas, ancora senza sosta, davanti a Vettel e Hamilton. Raikkonen è al sesto posto attualmente.

GIRO 35/51 - Dopo un lungo tira e molla, Ricciardo riesce ad effettuare il sorpasso su Verstappen salendo al quarto posto. Davanti Bottas conducec con 11,4 secondi su Vettel e 18 su Hamilton.

GIRO 31/51 - Sosta ai box per Sebastian Vettel. Il tedesco rientra in pista al secondo posto dietro Bottas, adesso davanti di 11 secondi ma col finlandese che dovrà fermarsi. Il tedesco ha quasi 8 secondi di vantaggio su Hamilton.

GIRO 30/51 - Vettel continua a condurre dopo 30 giri con 10,2 secondi di vantaggio su Bottas e 29 su Hamilton (il britannico si è fermato ai box). A seguire Verstappen, Ricciardo, Raikkonen, Perez, Grosjean, Sainz e Leclerc.

GIRO 23/51 - Hamilton è costretto a fermarsi ai box, dopo che le gomme sono "finite" come comunicato dall'inglese al suo muretto. Poco prima il britannico è andato lungo in fondo all'ultimo rettilineo, perdendo 4 secondi. Adesso Vettel conduce con 13 secondi su Bottas e 30 secondi su Hamilton.

GIRO 19/51 - Sebastian Vettel conduce con 4,2 secondi di vantaggio su Hamilton e 6 secondi su Bottas. A seguire più staccati Verstappen già a 20 secondi, poi Ricciardo, Raikkonen, Leclerc, Stroll, Perez, Grosjean, Alonso e Sainz, con quest'ultimo che si è fermato ai box.

GIRO 13/51 - Hulkenberg esce di scena, rischia il testacoda e col posteriore sinistro va a toccare il muro e di fatto danneggiare la sospensione. Intanto scintille autentiche tra Ricciardo e Verstappen, i due arrivano anche a contatto con l'olandese che mantiene la quinta piazza. La situazione aggiornata dopo 13 giri: Vettel comanda con 4 secondi di vantaggio su Hamilton, poi a seguire Bottas, Sainz, Verstappen, Ricciardo, Leclerc, Stroll, Raikkonen 9° e Grosjean decimo.

GIRO 9/51 - La Renault è velocissima: Sainz sale al quarto posto sorpassando Verstappen, a sua volta Hulkenberg sopravanza prima Ricciardo e poi Verstappen, andando al quinto posto. Davanti situazione invariata, Raikkonen è decimo.

GIRO 7/51 - La situazione aggiornata dopo 7 giri: Vettel comanda con 3 secondi di vantaggio su Hamilton, poi a seguire Bottas, Verstappen, Sainz, Ricciardo, Gasly, Hulkenberg, Stroll, Leclerc e Raikkonen 11°.

GIRO 6/51 - Sebastian Vettel riparte alla grande e mantiene la testa della corsa. Hamilton e Bottas ad inseguire, mentre Verstappen e Sainz operano il sorpasso su un Ricciardo in difficoltà.

GIRO 5/51 - La safety car rientra ai box, si riparte

GIRO 3/51 - Raikkonen è tornato ai box per cambiare il muso della propria monoposto, montando gomma gialla. Problemi anche per Alonso che arriva ai box senza due pneumatici, dopo un contatto con Sirotkin. Lo spagnolo riparte cambiando anche il muso della McLaren.

GIRO 1/51 - E' subito Safety Car in pista, per un contatto tra Raikkonen e Ocon, con quest'ultimo che finisce a muro ed è costretto a ritirarsi. In testa Vettel, Hamilton, Bottas, Ricciardo e Verstappen hanno mantenuto la posizione di partenza.

ORE 14:10 - Inizia il giro di ricognizione, pochi secondi al via del GP dell'Azerbaigian. Prima fila con Vettel e Hamilton, seconda con Bottas e Ricciardo, terza fila con Verstappen e Raikkonen.


LE PROVE UFFICIALI

Nelle qualifiche ufficiali, è stato dunque ancora una volta Sebastian Vettel a firmare il miglior tempo nella Q3 finale, mettendo la propria Ferrari davanti alle Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, con le due frecce d'argento che hanno accusato un ritardo abbastanza importante. A seguire Ricciardo e Verstappen, con l'altra Ferrari di Raikkonen che ha chiuso al sesto posto.

In conferenza stampa il ferrarista Vettel ha manifestato la sua soddisfazione per aver centrato la terza pole stagionale: "Sentivo che la macchina era veloce e potevo mettere insieme un buon giro. Sono dispiaciuto per l'ultimo tentativo perché potevo migliorare ancora ma va bene così. Sarà una gara intensa, è molto probabile l'ingresso della safety car e sarà dura" (tempi ufficiali e griglia di partenza).

In casa Mercedes, Lewis Hamilton preannuncia battaglia in gara: "Siamo molto vicini ai nostri avversari, direi che abbiamo fatto il miglior lavoro possibile, abbiamo perso nell'ultimo settore della pista ma va bene così, complimenti a Sebastian perché ha fatto grande lavoro. Le Ferrari sono state le più veloci per tutto il week-end ma siamo in lotta e in gara daremo filo da torcere a tutti".

CIRCUITO BAKU

Il circuito di Baku è un percorso cittadino, non permanente, realizzato nella capitale dell'Azerbaigian, all'interno della città vecchia. Il tracciato è lungo 6 km, il secondo per lunghezza dopo il GP del Belgio e alterna tratti molto veloci a tratti più lenti, per un totale di 51 giri da compiere. Il rettilineo dei box è lungo 2,2 km, il doppio di quello di Monza, tanto per averne un'idea più precisa. Questo è preceduto da una serie  di curve da affrontare in pieno che permetterà alle vetture di raggiungere velocità molto elevate stimate intorno ai 340 km/h. La velocità massima registrata dalla FIA finora raggiunta è stata effettuta da Valtteri Bottas (Williams), 366,1 km/h, un vero e proprio record.

BAKU 2017 - Nella passata stagione in Azerbaigian, a trionfare fu Daniel Ricciardo su Red Bull, al termine di una gara "pazza". Ricordiamo tutti il contatto tra Hamilton e Vettel in regime di Safety Car. I giudici di gara inflissero 10 secondi di penalità al tedesco, mentre per il tre volte iridato della Mercedes gara poi condizionata dalla sosta ai box per sostituire il collare "hans" che si era staccato. Alla fine Vettel quarto davanti a Hamilton, mentre podio completato da Bottas su Mercedes e Stroll su Williams.

RESTA AGGIORNATO SUL MONDIALE 2018 DI FORMULA 1

Il calendario completo della Formula 1 2018 e le dirette tv

La classifica piloti aggiornata Formula 1 2018


VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO, MA ANCHE TANTI ALTRI SPORT IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE 

GP Azerbaigian - Ferrari e dintorni

Numeri, curiosità e statistiche riguardanti la Ferrari e il Gp dell'Azerbaigian in programma domenica 29 aprile 2018.



News correlate

Torna su