Ufficiale, la Red Bull divorzia dalla Renault e sceglie la Honda

Il team di Milton Keynes ha annunciato l'accordo con la casa giapponese per la fornitura delle power unit nel 2019 e 2020

Ufficiale, la Red Bull divorzia dalla Renault e sceglie la Honda

La Red Bull sarà motorizzata Honda a partire dalla prossima stagione di Formula 1 e almeno per i prossimi due anni. Il team di Milton Keynes ha annunciato di avere raggiunto un accordo con la casa giapponese per la fornitura delle power unit nel 2019 e 2020. Il rapporto tra la Red Bull e la Renault, che ha fruttato 8 titoli iridati (4 piloti e 4 costruttori, dal 2010 al 2013) in 12 anni, terminerà quindi alla fine del Campionato Mondiale in corso. La conferma è arrivata anche da Cyril Abiteboul, direttore generale di Renault Sport F1. La mancanza di risultati nelle ultime stagioni ha deteriorato il rapporto tra Renault e Red Bull, con quest'ultima che tiene aperta la porta per Aston Martin dal 2021, quando entrerà in vigore un nuovo regolamento tecnico.

LE PAROLE DI CHRISTIAN HORNER

Il team principal della scuderia anglo-austriaca, Christian Horner, ha così commentato l'accordo appena firmato: "Questo accordo pluriennale con la Honda segna l'inizio di una fase entusiasmante negli sforzi della Red Bull per competere non solo per le vittorie nei gran premi ma anche per quello che è sempre il nostro obiettivo, il titolo mondiale". Horner ha poi aggiunto: "Abbiamo sempre preso decisione come queste con un solo criterio in mente e crediamo che questa soluzione ci permetterà di competere al più alto livello. Dopo un'attenta valutazione siamo certi che questa partnership con Honda vada nella giusta direzione per la squadra".

TI PIACE SCOMMETTERE SULLA FORMULA 1? USA SISAL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

SULLE ORME DELLA TORO ROSSO

La Red Bull ha quindi deciso di seguire la strada già intrapresa dalla Toro Rosso, motorizzata Honda in questo Mondiale dopo il divorzio da Renault al termine della scorsa stagione. "Siamo rimasti colpiti dall'impegno della Honda in F.1 e dai rapidi passi fatti in questi ultimi tempi con la nostra 'sorella' Toro Rosso: la loro ambizione corrisponde alla nostra. Non vediamo l'ora di lavorare con la Honda nei prossimi anni e di correre insieme verso i più grandi obiettivi della F1", ha detto ancora Horner che ha concluso con i debiti ringraziamenti alla Renault "per questi 12 anni in cui abbiamo vissuto insieme alcuni momenti incredibili". Horner ha poi concluso: "A volte abbiamo avuto le nostre divergenze ma Renault ha sempre lavorato instancabilmente e al massimo delle sue capacità per fornirci una power unit competitiva".

Ricciardo, quando l'esibizione va in testacoda



News correlate

Torna su