Raikkonen e i rumors di mercato: "Non mi faccio coinvolgere in voci insensate"

Il finlandese della Ferrari pronto a fare la sua parte in questa stagione puntando a vincere in pista per rimanere in corsa anche per il titolo iridato.

Raikkonen e i rumors di mercato: "Non mi faccio coinvolgere in voci insensate"

I rumors di mercato che parlano della possibilità che la prossima stagione Kimi Raikkonen possa lasciare la Ferrari riapprodare in McLaren, sono stati motivo di molti quesiti al pilota finlandese nel corso della conferenza stampa del giovedì al Gran Premio d'Austria. "Non ho nessun interesse a lasciarmi coinvolgere in queste voci insensate" ha risposto Raikkonen. "Poi decidete voi quello che è vero e quello che non lo è, indipendentemente da quello che dico io" ha aggiunto infastidito il campione del mondo 2007.

FINE DELLA CARRIERA IN FERRARI?

A chi gli chiedeva se avesse ancora intenzione di chiudere la propria carriera guidando la rossa, Kimi, ha risposto: "Non saprei davvero. Già una prima volta avevo già concluso la mia carriera alla Ferrari diversi anni fa, invece, non è stato così e sono ritornato. Ci sono tante chiacchiere e io non sono tanto contento di commentarle. Vedremo cosa succederà", ha sottolineato il finlandese che sull'andamento della sua stagione ha spiegato: "Credo che dobbiamo ottenere dei risultati migliori in qualifica, perché partire più avanti nelle gare la domenica renderebbe tutto più facile, anche perché negli ultimi Gran premi è sempre stato difficile superare, tranne che nell'ultima che infatti è stata più divertente".

NESSUNA GERARCHIA CON VETTEL

Iceman ha poi spiegato che la Ferrari deve cercare di crescere ancora: "Comunque siamo sempre stati abbastanza discreti nelle prove, solo che nelle qualifiche abbiamo sbagliato all'ultimo tentativo e quindi dobbiamo migliorare qualche cosa". Sul terzo posto ottenuto in Francia, Kimi non ritiene che sia stato legato ai problemi avuti dal compagno di squadra Sebastian Vettel: "Credo sia dipeso dal tracciato - ha invece detto -. Dal tipo di circuito che dava maggiori possibilità di poter effettuare dei sorpassi, mentre nelle gare prima non era possibile. Al Paul Ricard c'era questa possibilità ed è stato più divertente" ha detto Raikkonen che slega il suo podio da possibili giochi di squadra che lo vedrebbero in secondo piano rispetto a Vettel, in lotta per il titolo mondiale: "Non ci sono piani diversi tra me e il mio compagno. Non c'è nessuna differenza dovuta al fatto che in classifica si trovi davanti a me. C'è solo il fatto che poter superare ha reso la gara più divertente anche per chi guardava".

OBIETTIVO VITTORIA E CORSA AL MONDIALE

Sulla possibilità di tornare alla vittoria, quindi, ha aggiunto: "Continueremo a provarci e speriamo prima o poi di avere il cappellino con il numero 1". Raikkonen non si sente ancora escluso dalla lotta per il titolo mondiale: "Ci sono ancora tanti punti in palio anche se siamo indietro e la nostra posizione in classifica non è ideale, perché non siamo riusciti a concludere delle gare - ha ammesso -. Dobbiamo cercare di stare lontani dai problemi e di fare delle gare solide come lo scorso weekend. Certamente i piccoli problemi avuti non ci hanno messo in posizione ideale, ma non è così disastrosa".

ULTIMI VIDEO SPORT



News correlate

Torna su