F1, Germania 2018: Hamilton graziato dopo il "taglio pista", resta la vittoria al britannico

Negli ultimi concitati giri del GP di Germania sul circuito di Hockenheim, Hamilton ha oltrepassato la linea che separa la pit-lane dalla pista

Nessun nuovo colpo di scena in questo, che sembra, un interminabile Gp di Germania 2018 in Formula 1. Dopo le tante emozioni del pomeriggio, con l'errore di Sebastian Vettel che è finito a muro e la clamorosa vittoria di Lewis Hamilton partendo dalla 14esima piazza, c'è una coda a tutto questo. Infatti il britannico della Mercedes è stato graziato dopo per aver oltrepassato la linea che separa la pit-lane dalla pista, negli ultimi concitati giri della gara. E avendo tagliato il traguardo con un vantaggio di 4,5 secondi sul compagno di squadra Valtteri Bottas, una penalizzazione di 5 secondi, come successo a Raikkonen in quel di Baku nel 2016, avrebbe dato il successo del Gp Germania 2018 al suo compagno di squadra.

Per l'inglese è arrivata solo una reprimenda da parte dei commissari di gara, invitando Hamilton a non ripetere più in futuro una manovra del genere. Decisione che ovviamente è destinata a sollevare tante polemiche.

COSA DICE IL REGOLAMENTO

Una penalità dunque evitata di un soffio da Hamilton. Infatti, come spiega il regolamento in materia di manovre vietate, in nessun caso è data la possibilità di "tagliare" la pista né in entrata né in uscita dalla pit lane. Il britannico ha invece fatto entrare la sua Mercedes all'interno del paletto che delimita la pit-lane, per poi fuoriuscirne subito dopo non imboccando più i box, ma tagliando la pista e rientrandovi al suo interno mettendo le ruote sull'erba. E' fatta salva la situazione di particolare ermegenza, nel caso in cui è possibile poter fare la manovra di cui sopra. Evidentemente la "mossa" di Hamilton sembrava dettata da altro e non dall'emergenza del momento, andando incontro ad un comportamento vietato (La classifica piloti aggiornata Formula 1 2018). Tuttavia nessuna sanzione e vittoria confermata.

LE PAROLE DI VETTEL

A fine gara erano arrivate anche le amare parole di Sebastian Vettel: "L’avevamo in tasca, poi quell’errore... Piccolo, ma enorme per il risultato finale. Credo che le gomme andassero ancora bene e fossero ancora le migliori - ha detto il tedesco - ma ho commesso un errore piccolo arrivando tardi in frenata. Credo che fino a quel punto avevamo gestito bene tutto. Ho sbagliato io, avrei dovuto fare meglio, non è stato l’errore più grosso che abbia mai fatto, ma è stato quello più pesante da pagare. Siamo stati competitivi dappertutto, per cui non vedo l’ora di correre in Ungheria”.

ECCO IL VIDEO DELLA MANOVRA DI HAMILTON



News correlate

Torna su