F1, Singapore 2018: trionfa Lewis Hamilton su Verstappen, Vettel è solo terzo

La Formula 1 è scesa in pista sul tracciato di Marina Bay in quel di Singapore per la prova numero 15 del Mondiale: ordine di arrivo e nuova classifica piloti

RISULTATI GARA E ORDINE DI ARRIVO GP SINGAPORE 2018

Il Mondiale 2018 di Formula si è spostato in quel di Singapore per affrontare la gara numero quindici della stagione, sul circuito di Marina Bay. A partire dalla pole position era Lewis Hamilton e il britannico ha sfruttato a pieno la prima piazza conquistata nel sabato delle qualifiche ufficiali. Il Gp di Singapore ha visto trionfare Lewis Hamilton davanti a Max Verstappen e Sebastian Vettel. A seguire, al termine di una gara tutto sommata anonima e senza grosse emozioni, troviamo Bottas, Raikkonen, Ricciardo e un ottimo Alonso settimo.

TI PIACE SCOMMETTERE SULLA FORMULA 1? ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE 

DIRETTA TESTUALE GP SINGAPORE 2018, ORDINE DI ARRIVO

**aggiorna la diretta


ORE 16:04 - FINISCE QUI! Vince Hamilton davanti a Verstappen e Vettel terzo. A seguire troviamo Bottas, Raikkonen e Ricciardo, poi Alonso 7°, 8° Sainz, 9° Leclerc e 10° Hulkenberg (La classifica piloti aggiornata Formula 1 2018)

GIRO 57/61 - Hamilton si avvia all'ennesimo successo stagionale, col britannico che ormai vola via anche nella classifica piloti. Per Vettel e la Ferrari si fa durissima.

GIRO 52/61 - Mancano dieci giri al termine: davanti Hamilton gestisce qusi 3 secondi di vantaggio su Verstappen, 3° Vettel a 14 secondi. Dietro Raikkonen è nei tubi di scarico di Bottas, a sua volta inseguito da Ricciardo.

GIRO 47/61 - Verstappen insegue a 3″ Hamilton, mentre un Vettel "anonimo" è distante ben 10 secondi dal britannico. Ricciardo nel frattempo ha ripreso Raikkonen, si lotterà per la quinta piazza. Bene anche Fernando Alonso, attualmente settimo con la sua McLaren.

GIRO 41/61 - Adesso Hamilton riprende strada su Verstappen, con l'olandese adesso a 3,5 secondi di distanza. Vettel insegue a quasi 7 secondi il britannico.

GIRO 38/61 - I doppiati ravvivano di colpo la contesa. Nell'affrontare questi delicati sorpassi, Verstappen recupera i 5 secondi ad Hamilton e prova anche l'attacco. Il britannico si difende e resta in vetta. Dietro Vettel continua a faticare, mentre Raikkonen è in scia a Bottas per la quarta piazza.

GIRO 35/61 - La gara non sta regalando emozioni, salvo un contatto tra Perez e Sirotkin, col messicano ad averne le conseguenze peggiori. 

GIRO 32/61 - Siamo arrivati a metà gara e la situazione è immutata. Non ci sono novità rispetto a quanto scritto prima, fatta eccezione per la distanza tra Vettel e Bottas, col finlandese che si è avvicinato a 2,3 secondi dal tedesco della Ferrari.

GIRO 25/61 - Dopo i pit-stop anche di Bottas, Raikkonen e Ricciardo, la situazione è questa: al comando c'è Hamilton con 4 secondi di vantaggio su Verstappen e 7 su Vettel. A seguire Bottas, Raikkonen e Ricciardo più distanziati. Ma quello che preoccupa sono le parole di Vettel, che ha chiaramente fatto capire che sarà necessaria una seconda sosta e un nuovo cambio gomme per poter arrivare al traguardo.

GIRO 19/61 - Verstappen si ferma anch'egli box, ma rientra davanti a Vettel, col tedesco che ha perso secondi preziosi alle spalle di Perez, prima di sorpassare il messicano.

GIRO 16/61 - In rapida successione, nel giro di un tornata, si fermano ai box prima Vettel montando le ultra-soft, poi Hamilton con le soft. Il britannico resta davanti a Vettel dopo il pit-stop, con il tedesco che ha davanti a sé anche Perez che non si è ancora fermato.

GIRO 14/61 - Di colpo Lewis Hamilton ha aumentato il proprio ritmo, portandosi a 2,4 secondi di vantaggio su Vettel.

GIRO 10/61 - Hamilton, Vettel e Verstappen sono tutti vicinissimi, anche se al momento non c'è stato alcun tentativo di sorpasso. A seguire Bottas, Raikkonen e Ricciardo, con l'australiano a 6 secondi dal britannico della Mercedes.

GIRO 8/61 - I primi sei sono tutti molto ravvicinati, con Hamilton che ha otto decimi di vantaggio su Vettel. Il britannico sta girando non al massimo delle sue potenzialità, cercando di risparmiare le gomme per poi fare una sola sosta.

GIRO 5/61 - La Safety Car rientra ai box, ma Hamilton è bravo nella ripartenza non concedendo a Vettel la scia, tenendo dietro il tedesco. Dietro Bottas è minaccioso nei confronti di Verstappen.

GIRO 3/61 - Ecco la situazione aggiornata, con Safety Car ancora in pista: Hamilton al comando, poi Vettel, Verstappen, Bottas, Raikkonen e Ricciardo.

GIRO 1/61 - Partenza regolare a Singapore, ma è subito un super Vettel a scattare bene e superare Verstappen, mettendosi subito alle spalle di Hamilton. Intanto subito Safety-car in pista: Ocon è finito contro il muro dopo un contatto con il compagno di squadra Perez.

ORE 14:10 - Inizia adesso il classico giro di ricognizione, tutto pronto per la partenza!


LE PROVE UFFICIALI

Nelle qualifiche ufficiali è stato dunque Lewis Hamilton il più veloce in pista nella decisiva Q3, con il britannico della Mercedes che ha fermato il crono sul tempo record di 1’36″015, precedendo di 319 millesimi l'olandese Max Verstappen con la sua Red Bull. Per la Ferrari un po' di delusione, con Sebastian Vettel che partirà dalla terza piazza, provando a fare subito qualcosa in partenza (griglia di partenza ufficiale del Gp Singapore 2018).

In conferenza stampa Hamilton ha ovviamente commentato con gioia la pole position ottenuta sul circuito asiatico, la numero 79 della sua carriera: "Sentivo la macchina perfetta sotto di me e sono riuscito a sfruttare al massimo ogni curva. Non riesco a pensare nemmeno ad una che avrei potuto fare meglio. Questo circuito, come detto, è talmente fisico che dopo la gara di solito ti trovi a tremare. Sapevamo che qui sia Ferrai che Red Bull sarebbero state dure da battere, ecco perché questo è un momento incredibile per noi, considerando tutte le circostanze".

Dopo aver chiuso in terza piazza le qualifiche ufficiali, Sebastian Vettel ha dichiarato deluso: "Sono state delle qualifiche non ideali, volevamo la pole e non ci siamo riusciti. Anzi direi delle qualifiche un po' confuse e pasticciate - ammette il tedesco della Ferrari - Non è il risultato che volevamo. In gara la macchina è buona, ma sarà più difficile partire da dietro''.

CIRCUITO SINGAPORE

Lungo 5.065 metri prevede una gara composta da 61 giri per una distanza totale di 308.208. Un totale di 23 curve di cui 14 a sinistra e 9 a destra. L'impianto di illuminazione è stato realizzato da una ditta italiana la Valerio Maioli Spa. Dal punto di vista tecnico la sua enorme lunghezza mista ad un elevato numero di curve lente procura un enorme sforzo fisico ai piloti. Non è facile mantenere il ritmo giusto fino al termine della gara, facendo si che il Gp di Singapore è uno dei più impegnativi dell'intero calendario.

RESTA AGGIORNATO SUL MONDIALE 2018 DI FORMULA 1

Il calendario completo della Formula 1 2018 e le dirette tv

La classifica piloti aggiornata Formula 1 2018

ENTRA E REGISTRATI SU WILLIAM HILL PER VEDERE IL CALCIO E LO SPORT IN STREAMING GRATIS (Sezione streaming sport)



News correlate

Torna su bet