Liga, il Barcellona ribalta la Real Sociedad. Siviglia ancora ko contro l'Alaves

Il Barcellona va sotto 2-0 e poi rimonta all'Anoeta contro il Barcellona. Seconda sconfitta consecutiva per il Siviglia di Montella, ko in casa dell'Alaves

Il Barcellona sfata il tabù Anoeta e Real Sociedad, dove non vinceva da più di 10 anni, vincendo per 4-2 dopo esser stato anche sotto di due reti. Il dominio blaugrana in Liga continua. Perde ancora Montella con il suo Siviglia, che cade in terra basca in casa dell'Alaves. Decide un gol a inizio ripresa di capitan Manu Garcia.

IL BARCELLONA SI SALVA ALL’ANOETA E VINCE ANCORA – Ernesto Valverde schiera il Barça col 4-4-2 con Paulinho e André Gomes sulle fasce, Messi e Suarez di punta. Vanno invece in panchina Iniesta e Dembele. Ma dopo un buon avvio è la Real Sociedad a giocare con grande impeto e portarsi in vantaggio al minuto 11: azione che inizia dalla sinistra per effetto di un cambio gioco di Willian José, palla che finisce a destra per Xabi Prieto che controlla e mette in mezzo. Lo stesso Willian José si inserisce tra Sergi Roberto e Paulinho superando di testa Ter Stegen.

Il Barcellona va in grandissima difficoltà, su un campo dove non vince addirittura dal 2007, e la Real Sociedad ne approfitta per andare anche sul 2-0 al 34’: splendido lancio di Canales, taglio di Juanmi che conclude a rete e mette dentro su deviazione di Sergi Roberto che di fatto spiazza Ter Stegen. I blaugrana però non mollano e al 39’ tornano in partita col tocco sotto misura di Paulinho sull’assist di Suarez.

La ripresa si apre con un Barcellona più deciso e quasi subito sul 2-2, con la rete del pareggio che arriva al 50’: assist di André Gomes per Luis Suarez, l'uruguaiano, dal vertice dell'area, batte Rulli con un tiro a giro sul secondo palo. I padroni di casa sembrano aver terminato la “benzina”, anche mentale dato che la rete del 3-2 del Barcellona arriva per una disattenzione: rinvio di Rulli troppo morbido, colpo di testa a metà campo di Vermaelen che innesca il liberissimo Suarez che col destro davanti al portiere argentino non sbaglia. Nel finale il Barcellona mette il punto della staffa e del 4-2 definitivo con una splendida punizione di Messi.

SIVIGLIA ANCORA KO - Il Siviglia di Montella si presenta allo stadio Mendizorrotza con la voglia di cancellare il pesante 5-3 subito nel derby contro il Betis di settimana scorsa. Tuttavia l'Alaves, pur essendo terz'ultimo in classifica, con l'arrivo in panchina di Abelardo ha cambiato passo. Montella schiera il suo Siviglia con il 4-2-3-1: Banega è il trequartista alle spalle della punta Ben Yedder, con Jesus Navas largo a destra e Nolito a sinistra, solo panchina per Vazquez, Correa e Muriel. Il Siviglia parte bene e al 9' si rende pericoloso con Ben Yedder, ma il destro a botta sicura del numero 9 trova il coraggioso intervento alla disperata di Laguardia. Ma gli andalusi giocano quasi sempre sotto ritmo, sbagliando tanti passaggi in mezzo al campo e facendo stizzire più volte il tecnico campano. L'Alaves prende coraggio col passare dei minuti e si rende pericoloso a più riprese, come al 45' col neoacquisto Guidetti che mette di pochissimo a lato un diagonale.

La ripresa si apre malissimo per il Siviglia, dato che l'Alaves al 52' passa in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, la palla arriva sul secondo palo dove c'è Manu Garcia, che approfitta della marcatura molto larga di Kjaer per girare col destro la palla sul secondo palo e freddare un immobile Rico. Montella al 62' effettua il primo cambio, inserendo Sarabia per Geis, poco dopo dentro anche Muriel per Jesus Navas. Ma il Siviglia non si desta, le occasioni latitano e l'Alaves si difende con ordine. I padroni di casa restano anche in dieci all'83' per il doppio giallo a Duarte, ma non succede altro. Il Siviglia va ancora ko, per Montella solo brutte notizie.

SEGUI SPORTNOTIZIE24 SUI SOCIAL!

FACEBOOK - TWITTER - GOOGLE PLUS - INSTAGRAM

Vuoi scrivere per noi? Ecco come fare



News correlate

Torna su