Il Paris Saint-Germain ora ha una sola missione: Cristiano Ronaldo

I parigini sono pronti a offrirgli un mega contratto da 45 milioni netti a stagione, ma sul PSG incombe lo spettro del fair-play finanziario

Cristiano Ronaldo - Reuters

Cristiano Ronaldo - Reuters

Il Paris Saint-Germain sogna il grande colpo dell'estate: Cristiano Ronaldo. Mentre il Real Madrid ha presentato le nuove maglie senza CR7 (leggi qui la notizia), i parigini lavorano per prendere l'attaccante portoghese che ha voglia di cambiare aria. Significative le parole di CR7 al termine della finale di Champions e all'ombra della Torre Eiffel avrebbero deciso di entrare in azione con un assalto di quelli aggressivi. Secondo voci che provengono dalla Spagna, il Psg si sarebbe già messo in contatto col Real Madrid mettendo sul piatto per Ronaldo un ingaggio da 45 milioni di euro netti a stagione, quanto guadagna Messi al Barcellona.

IL REAL NON STARA' A GUARDARE

Il Paris Saint-Germain però dovrà fare i conti con Florentino Perez, che si priverebbe di Ronaldo solo se nell'operazione entrasse Neymar: i blancos, infatti, sono forti della clausola rescissoria da un miliardo di euro fuori portata anche per il multi-milionario Psg, che per il cartellino di CR7 non vorrebbe spendere oltre i 150 milioni. E se da Nyon arrivassero brutte notizie? Già perché si resta tutti in attesa di conoscere le decisioni della Uefa sul fair-play finanziario che riguarda proprio il PSG. Si va dalla semplice multa a possibili limitazioni sul mercato e il verdetto dovrebbe arrivare l'8 giugno. Se il Psg dovesse subire il blocco del mercato (anche solo in parte), lo scenario cambierebbe drasticamente. In ogni caso, indipendentemente dalle decisioni dell'Uefa, verrà esclusala necessità di fare alcune cessioni illustri (Cavani, Guedes e Di Maria i principali indiziati) per portare avanti l'operazione CR7.

C'E' ANCHE 'ALTERNATIVA

Sullo sfondo c'è però anche un piano B valutato con grande attenzione dai parigini. L'idea è quella di portare nella capitale francese il polacco Robert Lewandowski, in fase di rottura prolungata col Bayern Monaco. Il suo agente, Pini Zahavi, è uscito allo scoperto parlando al periodico tedesco Sport Bild: "Robert ha bisogno di cambiare, ha bisogno di una nuova sfida, e la società lo sa. Non è questione di soldi o di problemi col club, va capito". Il Bayern Monaco finora lo ha sempre dichiarato incedibile ma il 29enne attaccante polacco, sotto contratto fino al 2021, sarebbe pronto a puntare i piedi e Zahavi avrebbe parlato del suo assistito con altri due importanti club oltre al PSG. Si lavorerebbe per soddisfare le condizioni di tutti, del giocatore, del PSG e del Bayern. E in questo senso c'è anche l'idea di uno scambio con Edinson Cavani.

CR7, pronto all'addio?



News correlate

Torna su