Sanchez, Robben, Bale: tantissimi i top player purtroppo esclusi dalla competizione iridata insieme alla Nazionale italiana

Sono giunti al termine gli appuntamenti con le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018Sono tante, troppe le vittime illustri del calcio europeo e mondiale che dovranno accontentarsi di guardare la rassegna mondiale in tv dalla poltrona di casa propria.

Rientrato lo spauracchio eliminazione per Messi e Cristiano Ronaldo, qualificati (nonostante qualche sofferenza) per via diretta a Russia 2018, altri top player non possono di certo dire di aver fatto lo stesso. Tra questi abbiamo, a sorpresa, gente come Alexis Sanchez, Arjen Robben, Gareth Bale, Pierre Aubameyang: tutti destinati a un'amara eliminazione al termine dei rispettivi percorsi nei vari continenti.

Clamorosa appare sicuramente l'esclusione del Nino Maravilla, che insieme alle vecchie conoscenze del campionato italiano, tra cui Arturo Vidal, Edu Vargas e Gary Medel non è riuscito ad ottenere la qualificazione con il suo Cile. A condannare la Roja del c.t Pizzi (dimessosi a poche ore dalla disfatta) ci ha pensato il Brasile, abbattutosi senza pietà a San Paolo con un netto 3-0; e il Perù, che con un 1-1 che sa di "biscotto" con la Colombia ha messo al tappeto i cileni. Nel vecchio continente a piangere il mondiale ci sono Robben e Bale: il primo ha trascinato i suoi in maniera disperata contro la Svezia ma non è bastato; il secondo ha assistito inerme all'esclusione della sua Nazionale a causa di un infortunio che lo ha relegato in tribuna. Suscita meno scalpore l'eliminazione del Gabon di Aubameyang per il continente africano, selezione ancora troppo acerba per pretendere la qualificazione.

Al termine dei play-off anche il calcio italiano ha subito quella che potrebbe essere equiparata a una vera e propria tragedia. Non solo i vari "italiani" militanti nel campionato di Serie A come Dzeko e Schick per la Roma, Pjanic e Hamsik per Juventus e Napoli, Ilicic e Kurtic per l'Atalanta hanno dovuto dire addio alla possibilità di giocare il mondiale, ma anche coloro che l'azzurro lo vivono e lo portano sulla pelle ogni giorno. Il clamoroso k.o dell'Italia contro la Svezia, vittoriosa 1-0 al termine del duplice confronto di Solna e San Siro, ha portato alle grandi esclusioni di tantissime eccellenze del nostro calcio. A partire dai simboli e le bandiere di una Nazione intera: Gianluigi Buffon e Andrea Barzagli; per finire poi con i grandi talenti emergenti quali Lorenzo Insigne, costretto a vedere dalla panchina la disfatta dei suoi e il fallimento totale della Federazione capitanata da Carlo Tavecchio.

Nomi così importanti da poterci stilare su una top 11 di quelli che saranno i grandi assenti dei Mondiali di Russia 2018. Tra i pali è inevitabile veder figurare Gigi Buffon, scoppiato in un pianto sconfortante al termine della gara con gli svedesi e impossibilitato a giocare la sua sesta competizione iridata. Insieme a lui grande assente il portierone dell'Atletico Madrid Jan Oblak, mentre in difesa non ci sarà la BBC che per tanti anni ha fatto le fortune della Juventus e dell'Italia, oltre che i vari Ghoulam, Skriniar e Alaba. Non ci sarà spazio per la qualità di Robben, Pjanic, Verratti, Hamsik e Vidal a centrocampo e neanche quella di Bale, Aubameyang (o Dzeko) e Sanchez in attacco.

Ecco la top 11 degli esclusi al Mondiale di Russia 2018:

Top Esclusi (3-4-3): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ghoulam; Robben, Vidal, Pjanic, Hamsik; Sanchez, Aubameyang, Insigne.

Panchina (3-4-3): Donnarumma/Oblak; De Vrij, Manolas, Chiellini; Mahrez, Verratti, Strootman, Pulisic; Bale, Dzeko, Schick.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO (il gioco è vietato ai minori di anni 18). Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI