Jorge Lorenzo e la Ducati: ecco i perché di una stagione sfortunata e le prospettive future

Dopo la prima sfortunata stagione vissuta in Ducati, il pilota spagnolo spera di rilanciarsi nel corso del prossimo campionato..

Jorge Lorenzo e la Ducati: ecco i perché di una stagione sfortunata e le prospettive future

La prima stagione di Jorge Lorenzo in Ducati è stata piuttosto complicata: dopo le tante vittore vissute con la Yamaha, il pilota spagnolo era arrivato in sella alla Rossa per portarla a quel titolo che ormai manca da troppo tempo. Alla prova della pista però, le aspettative di tutti i ducatisti e dei diretti interessati, sono state tradite e il campionato condotto dal Martillo è stato disastroso.
Ciò che però fa ben sperare tutti i tifosi della Rossa in vista della prossima stagione, sono i precedenti di altri illustri piloti in sella alla Ducati: se infatti torniamo con la mente al passato, anche piloti del calibro di Valentino Rossi e Andrea Dovizioso hanno faticato molto nel corso della prima stagione in Ducati.

PRIMO ANNO DIFFICILE - La prima stagione di Lorenzo in Ducati è stata davvero complicata, con tantissimi problemi di adattamento alla nuova moto e molti errori commessi. Nella parte finale del campionato però, le prestazioni di Lorenzo sono andate in crescendo e i tre podi conquistati lasciano ben sperare in vista del futuro.
Se si analizzano i risultati di Lorenzo, prendendo in considerazione solamente i numeri, di certo non si può sostenere che quella vissuta dall'ex campione del mondo sia stata una stagione positiva. Andando però ad analizzare i precedenti - confrontandoli con i risultati ottenuti dal Martillo - ci si rende conto che il quadro della situazione non è poi così preoccupante.
Innanzitutto si deve partire da un dato di fatto inoppugnabile: la Ducati presenta delle problematiche di adattamento sicuramente superiori rispetto alle altre moto e dunque il primo anno in sella alla Rossa viene quasi sempre vissuto come un anno di transizione, alla ricerca del giusto feeling in pista.
Confrontando infatti i risultati di Lorenzo, con quelli di Rossi e Dovizioso, si nota come il pilota spagnolo sia assolutamente in linea con i suoi illustri predecessori: se da un lato il Martillo ha conquistato 137 punti nel suo primo anno in Ducati, Rossi e Dovizioso - all'esordio con la Rossa - ne hanno conquistati rispettivamente 139 e 140.
Di certo le moto del Dottore e di DesmoDovi erano molto diverse rispetto a quella guidata dal Martillo. Entrambi i piloti italiani inoltre risultavano meno altalenanti nelle prestazioni rispetto al primo anno di Lorenzo in Rossa. A vantaggio dello spagnolo però, va sottolineato come Jorge abbia conquistato tre podi al debutto. Rossi invece era riuscito ad arrivare solo una volta terzo, mentre per Dovizioso il podio era rimasto un miraggio.
Nel corso della prossima stagione dunque, Lorenzo dovrebbe migliorare in maniera esponenziale le sue prestazioni in sella alla Rossa, tornando a competere per i massimi traguardi, con Yamaha e Honda (e lo stesso Dovizioso) che - a meno di sorprese o intoppi inattesi - saranno chiamati a fare i conti anche con il Martillo per la conquista del titolo.

LORENZO INGAGGIA DEBON - In vista della prossima stagione l'obiettivo di Jorge Lorenzo è quello di tornare a competere per i primi posti, nel tentativo di riportare il titolo mondiale in Ducati.
Per riuscire nell'impresa il Martillo è già al lavoro per curare ogni minimo dettaglio, a partire dalla squadra che lo accompagnerà nel prossimo campionato. In tal senso, è arrivata una notizia molto importante, con l'ingaggio da parte del pilota maiorchino di Alex Debon, ex pilota spagnolo della classe di mezzo che occuperà il ruolo di assistente in pista per aiutare Lorenzo a migliorare le prestazioni in sella alla Ducati.
Per Debon si tratta di un ritorno al fianco di Lorenzo, con il quale aveva già lavorato nei panni di tester dell'Aprila 250, moto che aveva permesso al Martillo di conquistare i mondiali del 2006 e del 2007.

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia Bet365 che offre anche più di 100.000 eventi in live streaming all'anno, quindi puoi scommettere mentre guardi l'evento e mentre l'azione si svolge (il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Gioca responsabilmente). Ogni evento sul sito web di bet365 che ha l'icona Play o Video accanto ad esso è programmato per essere mostrato tramite Live Streaming. REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



News correlate

Torna su