MotoGp Yamaha 2018, Rossi: “Dobbiamo fare meglio del 2017". E Vinales rinnova…

Nella giornata di oggi è stata presentata la nuova Yamaha ed è stato annunciato il rinnovo di Vinales.

MotoGp Yamaha 2018, Rossi: “Dobbiamo fare meglio del 2017". E Vinales rinnova…

Dopo un 2017 piuttosto deludente, accompagnato da troppi problemi tecnici, la Yamaha spera di rilanciarsi nel 2018, vivendo una stagione da protagonista. Quest’oggi a Matedero di Madrid è stata svelata al pubblico la nuova Yamaha M1 sulla quale Valentino Rossi e Maverick Vinales proveranno a dare battaglia alla Honda e alla Ducati, con l’obiettivo di conquistare il titolo mondiale. La prossima stagione potrebbe rappresentare per Valentino Rossi l’ultimo treno che ha come destinazione “Il decimo titolo mondiale”, vale a dire il traguardo che il Dottore sogna da alcune stagioni e che sta faticando a centrare.
Per Vinales invece, dopo una stagione di rodaggio con la nuova moto, il 2018 potrebbe rappresentare l’anno della definitiva esplosione, con la conquista del titolo mondiale che può e deve diventare un obiettivo alla portata.

LE PAROLE DI VALENTINO ROSSI – IL 2018 dovrà essere l’anno della Yamaha, ne sono convinti sia Rossi che Vinales (fresco di rinnovo contrattuale). Il pilota di Tavullia vuole riscattarsi dalla scorsa deludente stagione e, in occasione della presentazione della nuova moto, ha spiegato le sue sensazioni: "L’inizio di una nuova stagione ti dà più o meno sempre le medesime sensazioni. Ogni anno è come se stessi vivendo il primo campionato, cambia solo l'esperienza che porti con te: la speranza è che quest’esperienza maturata possa aiutarti maggiormente nella messa a punto nei weekend delle gare. Credo che per poter affrontare nel migliore dei modi la stagione siano fondamentali un buon allenamento – sia in palestra che sulla moto – ma anche le motivazioni e il feeling che si riesce a creare con la nuova moto. Fisicamente mi sento bene, la gamba mi fa ancora male se corro, ma ho trascorso un buon inverno. Il rinnovo di Vinales? Credo che la Yamaha abbia fatto la scelta giusta per il futuro, lui è giovane ed è veloce. Forse mi aspettavo che una decisione del genere sarebbe arrivata più avanti nel tempo, ma è altrettanto vero che si firma sempre prima, forse troppo. Io però resto concentrato su di me e il rinnovo di Maverick non mi cambia molto: se con la Yamaha siamo d’accordo ed io ho voglia di proseguire ancora, non c'è bisogno di aspettare troppo tempo. Aspettative per il 2018? Quest'anno possiamo e dobbiamo fare meglio. La nuova moto è stata realizzata sulla base di quella del 2016 anche se sarà molto diversa rispetto al passato.  Su questo punto io e Vinales ci siamo trovati d'accordo e questa è una cosa molto importante. La prossima sarà una stagione lunga, arriva la Thailandia e dunque ci sarà una gara in più da disputare: non so se sarà un bene o male, solo provandolo, capiremo. Credo che già a Sepang potranno arrivare delle indicazioni che ci permetteranno di capire qual è il nostro livello. Sono molto curioso di capire a che punto siamo. Quest'anno saremo in sette a lottare per la conquista del titolo mondiale, cioè noi della Yahama, i piloti di Ducati, Honda più Zarco, anche se credo che il favorito alla fine possa essere il solito Marquez".

VUOI VEDERE I CAMPIONATI DI CALCIO E MOLTI ALTRI SPORT IN DIRETTA STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE



News correlate

Torna su