Dovizioso: "Voglio vincere il Mondiale. Sulla Ducati e su Lorenzo vi dico che..."

Dopo la vittoria conquistata in Qatar, Andrea Dovizioso ha parlato dei suoi prossimi obiettivi e delle speranze per il futuro

Il Mondiale della MotoGP è iniziato e ha dato spettacolo già a partire dalla prima gara in Qatar, vinta da Andrea Dovizioso, arrivato davanti a Marc Marquez e al solito Valentino Rossi.

In questo momento il pilota della Ducati sembra il favorito per la vittoria finale, ma continua a mantenere un profilo basso, confermandosi piuttosto diverso rispetto agli altri protagonisti del mondo a due ruote. Intervistato da Sky Sport, è lo stesso Dovizioso a raccontare il suo modo di essere, confermando ancora una volta la sua "normalità": "Bisogna conoscere bene i piloti. Da fuori posso sicuramente apparire più normale, ma questa normalità per me significa avere i piedi per terra ed essere umile. Sembra un concetto banale, ma non è per niente banale nello sport restare umili quando arrivi a certi livelli, soprattutto quando si parla del motomondiale. Nel mondo della MotoGP c'è un errore che fanno tantissimi piloti. Non capiscono questo principio: io nel 2017 sono arrivato secondo nel Mondiale MotoGP dietro a Marquez, ma non sono diverso per questo risultato. Io ho ottenuto questo risultato, ho fatto qualcosa di speciale in questo sport, ma resto comunque una persona normale. Invece i piloti, o altri personaggi di sport che diventano famosi, si sentono più importanti, ma non è così. Ragionare o meno in questo modo fa una grande differenza"

Dovizioso parla del rapporto con Lorenzo e degli obiettivi futuri

Quando Jorge Lorenzo è arrivato alla Ducati, l'attenzione di tutto il mondo della Rossa si era concentrata sul pilota spagnolo.

La sensazione in quel momento è che Andrea Dovizioso fosse stato messo in secondo piano, con tutte le speranze della Ducati riposte nel Martillo. E' lo stesso pilota forlivese a raccontare ai microfoni di Sky Sport ciò che è accaduto: "Quando è arrivato Lorenzo in Ducati, per me l'inizio è stato positivo perché l’ho presa come una sfida. Era palese che Ducati puntasse su di lui e non credeva tanto in me e nel mio gruppo. La nostra forza però è stata quella di non dare importanza a questa cosa. Non avevo dubbi che Ducati mettesse me e Lorenzo sullo stesso piano a livello tecnico, questa era l’unica cosa che mi interessava. Per il resto cerco di evitare i problemi".

Infine Dovizioso ha parlato dei suoi obiettivi futuri, svelando i suoi due sogni: "Diventare papà per la seconda volta e vincere il Mondiale".

Dovizioso: "Stagione strepitosa"

Nel corso della passata stagione Andrea Dovizioso non è riuscito a vincere il Mondiale, ma ha comunque commentato positivamente il campionato vissuto in sella alla Ducati. 



News correlate

Torna su