MotoGP Argentina 2018: vince Crutchlow, Marquez ne combina di tutti i colori!

Risultati e ordine di arrivo del Gran Premio di Argentina 2018: sul circuito di Termas de Rio Hondo, al termine di una gara stranissima, vince il britannico Cal Crutchlow

RISULTATI E ORDINE DI ARRIVO MOTOGP ARGENTINA 2018

Risultati gara e ordine di arrivo del Gran Premio di Argentina, seconda tappa del Mondiale di MotoGP 2018 che si è svolta sul circuito di Termas de Rio Hondo. Una gara stranissima che ha visto vincere il britannico Cal Crutchlow, che ha preceduto Johan Zarco e Alex Rins. A seguire Miller, Marquez (ma penalizzato di 30 secondi per l'incidente e la caduta causata a Valentino Rossi, facendolo chiudere al 18° posto davanti al pesarese 19°), Vinales, Dovizioso, Rabat, Iannone, Syahrin e Petrucci a completare la Top Ten.

RIVIVI IL LIVE DELLA GARA DEL GP ARGENTINA 2018


ORE 21:10 - Questo l’ordine di arrivo completo: 1. Crutchlow, 2. Zarco, 3. Rins, 4. Miller, 5. Vinales, 6. Dovizioso, 7. Rabat, 8. Iannone, 9. Syahrin, 10. Petrucci, 11. P. Espargaro, 12. Redding, 13. Nakagami, 14. Morbidelli, 15. Lorenzo, 16. Bautista, 17. Luthi, 18. Marquez, 19. Rossi, 20. Abraham, 21. Simeon (Rit. Smith, A. Espargaro, Pedrosa).

ORE 21:06 - Storie tese tra Marquez e Valentino Rossi. Lo spagnolo a fine gara ha provato ad entrare nel box della Yamaha, ma il team del pesarese ha di fatto "allontanato" il Campione del Mondo, rifiutando al momento le scuse del pilota Honda (leggi la nuova classifica piloti aggiornata).

GIRO 24 di 24 - VINCE CAL CRUTCHLOW! Il britannico tiene duro e vince davanti a Zarco e Rins. A seguire Miller, Marquez, Vinales, Dovizioso, Rabat, Iannone e Syahrin. Intanto penalizzato Marquez, con 30 secondi, anche lo spagnolo finisce fuori dalla zona punti, chiudendo al 18° posto.

2 GIRI ALLA FINE - Rossi è ripartito ma è in 19a posizione, gara praticamente finita per lui. Davanti è battaglia tra Crutchlow, Zarco e Rins che sono racchiusi in pochi decimi. 

4 GIRI ALLA FINE - Marquez ne combina di cotte e di crude! Adesso lo spagnolo entra deciso su Valentino Rossi, col pesarese che finisce per andare a terra. Davanti Zarco è in testa, con Crutchlow e Rins a seguire. Marquez ancora sotto investigazione dalla direzione corse (SOTTO TROVI IL VIDEO IN QUESTIONE).

6 GIRI ALLA FINE - Errore anche per Miller che allarga la traiettoria, andando sul bagnato. Adesso è in quarta posizione, con Crutchlow, Zarco e Rins a prendere il largo. Dietro Marquez ha superato anche Dovizioso, per lo spagnolo adesso l'obiettivo diventano le due Yamaha di Rossi e Vinales.

8 GIRI ALLA FINE - Cambia ancora tutto in testa. Rins sbaglia e va lungo, alle sue spalle risalgono subito Miller, Crutchlow e Zarco. Tra questi e Vinales ci sono ben 14 secondi. Attenzione a Marquez che è ottavo e ha messo nel mirino chi gli sta davanti.

9 GIRI ALLA FINE - Marquez è in rimonta e transita al nono posto. Davanti Rins ha scavalcato Miller, con anche Zarco e Crutchlow in battaglia. Dietro Vinales e Rossi hanno scavalcato Dovizioso, adesso settimo.

14 GIRI ALLA FINE - Per Marquez altra penalità con lo spagnolo punti per la manovra precedente, dovendo cedere una posizione gudagnata. Sono in 4 a giocarsi la vittoria: Miller, Rins, Zarco e Crutchlow. A seguire Dovizioso, Vinales, Rossi, Rabat, Syahrin e Iannone. Marquez è 14°, per Lorenzo invece gara da dimenticare, con l'ex Yamaha addirittura 21°.

16 GIRI ALLA FINE - Marquez sta arrembando dalle retrovie, con lo spagnolo che rischia la collisione con Aleix Espargaro. Poi chiede scusa dopo il sorpasso, ma che rischio per entrambi. Davanti c'è sempre Miller, mentre in rimonta anche Vinales e Rossi, rispettivamente settimo e ottavo.

18 GIRI ALLA FINE - Marquez sconta subito la penalità, con lo spagnolo che rientra in pista in 19a posizione Adesso dunque Miller è in testa davanti a Rins, Zarco, Crutchlow, Dovizioso, Rabat, Iannone, Vinales e Rossi.

19 GIRI ALLA FINE - Arriva la penalizzazione per Marquez, che dovrà scontare un drive through, attraversando a velocità normale la corsia box.

20 GIRI ALLA FINE - Marc Marquez è indiavolato davanti e porta il suo vantaggio a 1,5 secondi su Miller. Gara molto strana per il momento, con gli altri big in grave ritardo. Nel frattempo Iannone sopravanza Rossi, mentre la pioggia si è arrestata.

22 GIRI ALLA FINE - Intanto inizia a piovere nuovamente, con Marquez davanti a Miller e Rins. A seguire Zarco, Crutchlow, Rabat, Dovizioso, Rossi, Iannone e Smith. Intanto la manovra di Marc Marquez sulla griglia di partenza è sotto investigazione.

GIRO 1/24 - Partenza con Miller dalla pole, ma Marquez è subito dietro all'australiano. Nel frattempo Zarco entra deciso su Pedrosa, con lo spagnolo che finisce a terra ed è costretto al ritiro.

ORE 20:18 - Adesso il giro di ricognizione, che diventerà praticamente la prima tornata ufficiale del GP. Marquez combina un pasticcio: sulla griglia di partenza spegne la moto, ma poi la riaccende ma zig-zagando sulla pista. Una manovra che verrà certamente investigata.

ORE 20:15 - Dopo questa piccola parentesi bagnata, l'unico a restare in pista è stato il poleman Miller, mentre tutti gli altri sono rientrati ai box. Per questo, almeno secondo le ultime notizie, accadrà quanto segue: tutti i piloti che sono tornati ai box partiranno tre file indietro rispetto al normale, mentre Miller partirà dalla sua piazzolla con un po' di vantaggio su tutto il gruppo. Inoltre ci sarà un giro in meno da percorrere.

ORE 20:00 - L'inizio della gara è stato posticipato di 15 minuti, a causa di una leggera pioggia caduta sul circuito di Termas de Rio Hondo.

IL VIDEO DELL'INCIDENTE TRA MARQUEZ E ROSSI

QUALIFICHE UFFICIALI, LA POLE E' DI MILLER

Il più veloce dunque nella Q2 decisiva per la corsa alla pole position è stato Jack Miller con la sua Ducati Pramac. Un esito parecchio sorprendente, viste quali erano state le premesse delle sessioni libere. Ma le condizioni di bagnato hanno sfalsato tutto, con l'australiano che ha provato un ultimo giro con le gomme slick d'asciutto, centrando il miglior tempo. E per lui è stata una grandissima soddisfazione: "La verità è che non ho pensato molto. Ho visto che il resto della pista era in condizioni più o meno buone ed ho cercato di ottenere il massimo da quei tratti. Nel giro precedente ero anche più veloce, ma sono quasi caduto e mi sono spaventato. Il mio obiettivo era fare un buon giro e poi rientrare". Non è andata bene invece a Valentino Rossi, col pesarese che partirà in quarta fila dall'undicesima piazza: “Secondo me è stata la scelta giusta fare le qualifiche con le rain, quando montiamo le slick in queste condizioni particolari in cui la pista non è completamente asciutta, andiamo veramente piano. La gara? Sull’asciutto sono convinto che ci sarebbe da divertirsi perché il passo non è così malvagio..."

CIRCUITO TERMAS DE RIO HONDO

La pista è stata costruita nel 2007. Misura 4.806 metri di lunghezza, per un totale di 25 giri percorsi in gara che possono mettere a dura prova i freni. Otto il numero delle frenate e 3 le staccate con decelerazioni importanti. Critica la curva 5, con le moto che passano dagli oltre 300 km/h ai meno di cento.

ARGENTINA 2017 - Nella passata stagione sul circuito di Termas de Rio Hondo vinse Maverick Vinales in sella alla sua Yamaha, davanti al compagno di squadra Valentino Rossi e al britannico Cal Crutchlow. Una gara condizionata dalle tante cadute in pista, tra cui Marquez, Pedrosa e Lorenzo, mentre Dovizioso fu suo malgrado "colpito" da Espargaro. A seguire dal quarto posto in poi Bautista, Zarco, Folger, Petrucci, Redding, Miller e Abraham per completare la Top Ten.

Resta aggiornato sulla MotoGP 2018

Calendario completo della MotoGP 2018 e le dirette tv

Classifica piloti aggiornata MotoGP 2018


VUOI VEDERE IL CALCIO EUROPEO E ITALIANO, MA ANCHE TANTI ALTRI SPORT IN LIVE STREAMING? ECCO LA SOLUZIONE 

MotoGP Argentina - Rossi alla Maradona

Il video di presentazione del Gp di Argentina, con Valentino Rossi sempre grande protagonista.




News correlate

Torna su