Rossi-Marquez, parla Lorenzo: "Servono pene più severe"

Continua a far discutere li scontro tra Marc Marquez e Valentino Rossi avvenuto sul circuito di Termas de Rio Hondo in Argentina: arrivano le parole di Lorenzo

Marquez-Rossi, lo scontro continua. Non bastavano i rapporti aspri tra i due, ora anche Jorge Lorenzo è intervenuto sulla questione. Il pilota iberico ha voluto commentare l’episodio durante la presentazione del suo terzo libro. Lorenzo parla di sanzioni più severe, che avrebbero messo un freno a tutto. Secondo il pilota della Ducati, con delle penalità più severe ci sarebbero state meno scaramucce sia fuori che dentro la pista.

ROSSI-MARQUEZ, PARLA LORENZO: “ANCHE IO ERO UN KAMIKAZE”

Lorenzo ha voluto riportare la propria esperienza. All’inizio di carriera anche il suo modo di guida non era dei migliori e spesso cercava varchi anche quando non c’erano. Lo stesso pilota ricorda un episodio in Giappone, quando stava battagliando con De Angelis e Pedrosa. "Nel Gran Premio del Giappone stavo lottando per la seconda posizione con Dani Pedrosa ed Alex De Angelis e volevo finire secondo a tutti i costi. Ho toccato Dani in una curva e in quella successiva ho cercato di superare entrambi, facendo cadere De Angelis. La Race Direction mi ha penalizzato, ho dovuto saltare una gara e, da quel momento in poi, non sono stato più pazzo o kamikaze".

Ci dovrebbero essere dunque delle sanzioni più severe, in modo tale da far capire ai piloti quali sono i comportamenti sbagliati. E tornando al collega e connazionale non lascia spazio ad interpretazioni. Secondo Lorenzo, un’eventuale squalifica di Marquez per un GP porterebbe lo spagnolo a tirare di più il freno."Ogni pilota non vuole saltare una gara, così come ogni giocatore di calcio non vuole saltare una partita dopo un cartellino rosso. Tutto inizia con l'arbitro della MotoGP", ha concluso Lorenzo.

MOTOGP ARGENTINA - ROSSI ALLA MARADONA 

Ecco un simpatico video su Valentino Rossi durante il Gp di Argentina 



News correlate

Torna su