Marquez: "In Argentina ho sbagliato, ma ho imparato. Rossi? Non porto rancore..."

Dopo lo scontro avuto in Argentina con Valentino Rossi, Marc Marquez è tornato a parlare dell'episodio che lo ha visto protagonista

Le polemiche per lo scontro avvenuto in Argentina tra Marc Marquez e Valentino Rossi - con la caduta del Dottore - sono ancora molto forti, ma finalmente è arrivato il momento di tornare in pista, nel tentativo di lasciarsi alle spalle tutti gli antagonismi, concentrandosi solo sulla gara.

Prima di guardare definitivamente avanti, Valentino Rossi è tornato a parlare dell'episodio che lo ha visto protagonista, suo malgrado, con il pilota della Honda, sottolineando però come sia arrivato il momento di passare oltre: "Ora dobbiamo pensare alla gara di Austin, quello che penso e pensavo su Marquez l'ho detto dopo l'Argentina, ripetere le stesse cose sarebbe una perdita di tempo e devo concentrarmi su questa gara. L'unica cosa che posso fare in questo momento è guardare al futuro: è importante tornare in pista, ricominciando a pensare alla moto anche perché questa pista è difficile e abbiamo tanto lavoro da fare"

Scontro Marquez-Rossi, lo spagnolo torna a parlare alla vigilia del Gp di Austin

Dopo il controverso Gp d'Argentina, la MotoGP tornerà in pista e lo farà ad Austin, in una gara che promette spettacolo. 

Anche Marc Marquez, come Valentino Rossi, è tornato a parlare di quanto accaduto nel corso dell'ultimo Gran Premio, chiarendo nuovamente il suo pensiero: "Quel che conta è imparare sempre da tutto quello che succede ed io penso di avere imparato. Non bisogna commettere più errori, ma nello stesso tempo non voglio cambiare il mio stile. Il futuro incontro con Ezpeleta e Rossi? Io ho fatto tutto quello che sentivo giusto di dover fare in Argentina, ho capito di avere sbagliato e ho chiesto scusa Sono successe tante cose, ma non ho nessun rancore nei confronti di Valentino. Non avrei nessun problema a parlare con lui. Rossi ha paura a guidare con me? Sono opinioni, sensazioni rispettabili, io non ho mai avuto paura in moto. In Argentina ho commesso alcuni errori che mi consentono di imparare. Ho chiesto scusa per questi errori, ma tutti sbagliamo perché in MotoGP tutti cercano il limite".

SCOMMETTI SUL MONDIALI DI MOTOGP

ECCO I BOOKMAKERS CHE OFFRONO UN BUON BONUS

BET365 - WILLIAM HILL - UNIBET

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - gioca responsabilmente

MotoGp, il pilota perfetto secondo Marquez

Marc Marquez definisce l'identikit del suo pilota perfetto.



News correlate

Torna su