Rossi suona la carica: "In Europa la situazione sarà diversa"

Dopo il quarto posto conquistato a Austin, Valentino Rossi si è detto fiducioso in vista dei prossimi gran premi

Dopo il contatto avvenuto in Argentina con Marquez e la conseguente caduta, Valentino Rossi aveva bisogno di tornare a correre in pista, nel tentativo di dimenticare le tante polemiche dei giorni scorsi.

Alla vigilia dell'inizio della stagione, il Dottore ha rinnovato il contratto con la Yamaha, decidendo di proseguire la sua avventura sulle due ruote, con un obiettivo ben chiaro in mente: provare a conquistare il decimo titolo mondiale.
La stagione di Valentino Rossi però, non è iniziata nel migliore dei modi e, tra una Yamaha che non riesce ancora a fornire prestazioni all'altezza della Honda e lo scontroo avvenuto con Marquez in Argentina, i punti conquistati sono decisamente pochi rispetto alle speranze del pilota di Tavullia. 

Gp Austin, Rossi è quarto, ma non si abbatte: "In Europa la situazione cambierà"

Ad Austin Valentino Rossi ha conquistato un quarto posto senza grandi sussulti: il pilota pesarese è rimasto fuori dal podio, dietro a Marc Marquez, al compagno di squadra Maverick Viñales e ad Andrea Iannone. L'ottima prova fornita dal pilota spagnolo della Yamaha è può rappresentare il segnale che la moto è in crescita e nelle prossime gare anche Rossi potrebbe tornare ad essere competitivo.

Al termine del Gp di Austin, Valentino Rossi ha voluto fare un bilancio del weekend, guardando anche al futuro: "Alla fine è stato un buon fine settimana. Sono sempre rimasto tra i primi 5. Certo in gara forse mi sarei aspettato di essere più veloce e di lottare per il podio, ma sapevo che Marc e Maverick avevano qualcosa di più. E lo stesso Iannone ha avuto più velocità, non sono riuscito ad attaccare. Ci sarà da lavorare, abbiamo 10 giorni e poi si tornerà in Europa, lì la situazione sarà diversa".

SCOMMETTI SUL MONDIALE DI MOTOGP

ECCO I BOOKMAKERS CHE OFFRONO UN BUON BONUS

BET365 - WILLIAM HILL - UNIBET

Il gioco è vietato ai minori di anni 18 - gioca responsabilmente

MotoGp, il pilota perfetto secondo Marquez

Marc Marquez definisce l'identikit del suo pilota perfetto.



News correlate

Torna su