MotoGP Aragon 2018: Lorenzo in pole davanti a Dovizioso. Rossi solo 18°

Risultati qualifiche ufficiali e la corsa alla pole position del Gp di Aragon, la prova numero quattordici del Mondiale 2018 della MotoGP

RISULTATI QUALIFICHE MOTOGP ARAGON 2018

Risultati, pole position e la griglia di partenza del Gran Premio di Aragon, quattordicesima tappa del Mondiale di MotoGP 2018 sul circuito spagnolo. La corsa alla pole position iniziata alle ore 14:10 ha visto Jorge Lorenzo prevalere e portarsi a casa la prima piazza della griglia di partenza. Al suo fianco scatterà l'altra Ducati di Andrea Dovizioso, con Marc Marquez in terza posizione. Delusione enorme invece per Valentino Rossi, che non è riuscito a superare la Q1 e partirà dal 18° posto. A completare la Top 12 invece troviamo Crutchlow, Iannone, Pedrosa, Petrucci, Bautista, Rins, Miller, Vinales, Nakagami.

TI PIACE SCOMMETTERE SULLA MOTOGP 2018? ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

LA GRIGLIA DI PARTENZA COMPLETA

1a Fila

1. Jorge Lorenzo 1’46.881 Ducati 2. Andrea Dovizioso 1’46.895 Ducati 3. Marc Marquez 1’46.960 Honda

2a Fila

4. Cal Crutchlow 1’49.110 Honda 5. Andrea Iannone 1’49.200 Suzuki 6. Dani Pedrosa 1’49.250 Honda

3a Fila

7. Danilo Petrucci 1’49.270 Ducati 8. Alvaro Bautista 1’49.280 Ducati 9. Alex Rins 1’49.303 Suzuki

4a Fila

10. Jack Miller 1’49.403 Ducati, 11. Maverick Vinales 1’49.503 Yamaha 12. Takaaki Nakagami 1’49.603 Honda

5a Fila

13. Franco Morbidelli 1’48.009 Honda 14. Johann Zarco 1’48.052 Yamaha 15. Aleix Espargarò 1’48.181 Aprilia

6a Fila

16.Bradley Smith 1’48.216 KTM 17.Karel Abraham 1’48.398 Ducati 18.Valentino Rossi 1’48.627 Yamaha

7a Fila

19.Hafizh Syahrin 1’48.975 Yamaha 20. Thomas Luthi 1’48.988 Honda 21.Scott Redding 1’49.303 Aprilia

8a Fila

22. Xavier Simeon 1’49.699 Ducati 23. Jordi Torres 1’50.336 Ducati



I TWEET DI AGGIORNAMENTO


PROVE LIBERE 3

Nella terza sessione di prove libere, Marc Marquez si è confermato il più veloce in pista e dunque l'uomo da battere in questo weekend. La sua Honda ha preceduto di 11 millesimi la HRC di Cal Crutchlow, poi ad inseguire le tre Ducati di Miller, Lorenzo e Dovizioso. Nella classifica combinata troviamo poi Iannone sesto, Pedrosa, Petrucci, Bautista e Rins. Dunque niente da fare per le due Yamaha di Valentino Rossi e Maverick Vinales che passeranno dalla Q1.

PROVE LIBERE 1 E 2 DEL VENERDI

Nelle prove libere del venerdì, il più veloce in pista nella sessione del mattino è stato Andrea Dovizioso. Il pilota forlivese della Ducati, girando con il tempo di 1'48"020, ha preceduto le Pramac di Danilo Petrucci e Jack Miller, rispettivamente secondo e terzo a 0"190 e 0"714. Quarta l'altra Ducati ufficiale dello spagnolo Jorge Lorenzo (+0"731) davanti ai connazionali Maverick Vinales (Yamaha, +0"783) e al leader della classifica generale, Marc Marquez.

Nella seconda sessione di libere, è stato Marc Marquez il più veloce in pista. Il pilota spagnolo della Honda ha girato con il tempo di 1'47"382, precedendo le Ducati dello spagnolo Jorge Lorenzo, secondo a 0"138, e di Andrea Dovizioso, terzo a 453 millesimi. Quinta piazza per la Suzuki dell'abruzzese Andrea Iannone (+0"537), appena davanti alla Ducati di Danilo Petrucci, sesto a 0"752. Nona, a 1"119, la Yamaha di un Valentino Rossi ancora costantemente in difficoltà.

CIRCUITO ARAGON

La Ciudad del Motor de Aragón, nota anche come Motorland Aragón, è un circuito motoristico situato ad Alcañiz, località della comunità autonoma spagnola dell'Aragona. Lungo 5344 metri, il circuito è stato progettato dal noto architetto tedesco Hermann Tilke in collaborazione con l'agenzia britannica Foster&Partners. Come caratteristiche tecniche, il circuito si divide sostanzialmente in due: una prima parte molto tecnica, caratterizzata da numerosi saliscendi e da numerose curve, e una seconda parte decisamente più veloce con un rettilineo di ben 968 metri e poi il curvone che porta al rettilineo del traguardo.

Resta aggiornato sulla MotoGP 2018

Calendario completo della MotoGP 2018 e le dirette tv

Classifica piloti aggiornata MotoGP 2018



News correlate

Torna su