MotoGP Thailandia 2018: Marquez in pole, Rossi e Dovizioso in prima fila | Griglia di partenza

La griglia di partenza e i risultati delle qualifiche ufficiali del Gp di Thailandia, prova numero quindici del mondiale 2018 della MotoGP

RISULTATI QUALIFICHE MOTOGP THAILANDIA 2018

Risultati, pole position e la griglia di partenza del Gran Premio di Thailandia, 15esima tappa del Mondiale di MotoGP 2018 sul circuito asiatico. La corsa alla pole position ha visto Marc Marquez prendersi la scena, con lo spagnolo della Honda che scatterà davanti a tutti nella gara. Ma ci sono ottime notizie per i nostri colori, visto che la prima fila sarà completata da un ritrovato Valentino Rossi con la sua Yamaha finalmente competitiva e Andrea Dovizioso con la Ducati.

TI PIACE SCOMMETTERE SULLA MOTOGP 2018? ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

QUALIFICHE GP THAILANDIA, GRIGLIA DI PARTENZA

Un Valentino Rossi dunque finalmente tornato a grandi livelli, col pesarese che ha dichiarato: “Oggi siamo come l’Inter degli ultimi tempi... Sono molto contento, già ieri abbiamo sofferto meno del previsto. Abbiamo fatto un bello step, facendo le scelte giuste. Sono contento anche per il passo che ho avuto nella FP4, peccato per la pole sfuggita di poco, ma avrei firmato per essere qua“. Bene anche Andrea Dovizioso e la sua Ducati: "Non è facile fare il giro giusto su queste piste corte, siamo tutti attaccati. Sono contento di come abbiamo lavorato nel week-end, nel primo turno non eravamo a posto, invece nelle FP4 abbiamo mostrato un buon passo. Per le gomme sarà un’incognita per tutti, però la velocità c’è e dovremo gestirla in gara“.

LA GRIGLIA DI PARTENZA COMPLETA

1. Marquez (Honda), 2. Rossi (Yamaha), 3. Dovizioso (Ducati), 4. Vinales (Yamaha), 5. Crutchlow (Honda), 6. Iannone (Suzuki), 7. Pedrosa (Honda), 8. Zarco (Yamaha), 9. Petrucci (Ducati), 10. Miller (Ducati), 11. Rins (Suzuki), 12. Bautista (Ducati), 13. Morbidelli (Honda), 14. Nakagami (Honda), 15. Smith (KTM), 16. A. Espargarò (Aprilia), 17. Abraham (Ducati), 18. Syahrin (Yamaha), 19. P. Espargarò (KTM), 20. Simeon (Ducati), 21. Torres (Ducati), 22. Luthi (Honda), 23. Redding (Aprilia).

PROVE LIBERE 1 E 2 DEL VENERDI

Nelle prove libere del venerdì, il più veloce in pista nella sessione del mattino sono state anche a sorpresa le due Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi. Miglior tempo dello spagnolo in 1'31"220, con la gomma soft al posteriore, e Rossi secondo a 0"270. Terzo tempo per la Ducati di Andrea Dovizioso, staccato di 0"416, davanti a Jack Miller (Ducati Pramac) e Marc Marquez, quinto con la Honda a 0"448 senza aver utilizzato la gomma nuova nel finale.

Nella seconda sessione di libere, è stato Andrea Dovizioso il più veloce in pista. Il pilota forlivese della Ducati ha girato con il tempo di 1'31"090, precedendo la Yamaha dello spagnolo Maverick Vinales, secondo a soli 31 millesimi, e di Cal Crutchlow, terzo a 74 millesimi. Comunque tutti vicinissimi nella Top Ten, dato che Zarco è decimo a 331 millesimi dal leader italiano. Questo il resto dei piazzamenti, con Marquez quarto a 98 millesimi, 5° Petrucci (Ducati Pramac) a 0"148, 6° Iannone (Suzuki) a 0"166, 7° Bautista (Ducati Nieto) a 0"288, 8° Pedrosa (Honda) a 0"295 e 9° Rossi (Yamaha) a poco più di 3 decimi.

CIRCUITO THAILANDIA, CARATTERISTICHE

E’ la prima volta che la MotoGP approda nel Paese del sud est asiatico, 69 milioni di abitanti. Nuovo anche il tracciato, il Buriram United Circuit, nei pressi dell’omonima cittadina (28 mila abitanti) situata 405 chilometri a nord est della capitale Bangkok. Il circuito di Buriram ha una lunghezza complessiva di 4554 metri e presenta 12 curve (5 a destra e 7 a sinistra) con una larghezza di 12 metri e un rettilineo di 1000 metri. Progettato da Herman Tilke, lo stesso che ha ideato il circuito di Sepang in Malesia, il Buriram Internation Circuit si presenta con due rettilinei lunghi e una parte più tecnica.

Resta aggiornato sulla MotoGP 2018

Calendario completo della MotoGP 2018 e le dirette tv

Classifica piloti aggiornata MotoGP 2018



News correlate

Torna su