MotoGP Thailandia 2018: Marquez vince un fantastico duello con Dovizioso, Rossi è 4°!

Ecco i risultati, l'ordine di arrivo e la nuova classifica piloti della MotoGP 2018 dopo la gara svolta in Thailandia sul circuito del Buriram

ORDINE DI ARRIVO MOTOGP THAILANDIA 2018

Risultati gara e ordine di arrivo del Gran Premio della Thailandia, quindicesima gara del Mondiale di MotoGP 2018 che si è svolta sul circuito del Buriram. A partire dalla prima casella della griglia di partenza era Marc Marquez, con lo spagnolo che ha ingaggiato un duello bellissimo con Andrea Dovizioso negli ultimi giri, riuscendola a spuntare. A seguire hanno chiuso al terzo e quarto posto le Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi.

TI PIACE SCOMMETTERE SULLA MOTOGP 2018? ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

DIRETTA GARA MOTOGP THAILANDIA 2018, ORDINE DI ARRIVO


ORE 09:41 - FINISCE QUI! Trionfa Marc Marquez davanti ad Andrea Dovizioso che non riesce a superare nell'ultima curva, subendo questa volta dal pilota della Honda l'incrocio. A seguire Vinales completa il podio, con Valentino Rossi che chiude quarto. A completare la Top Ten troviamo Zarco quinto, Rins sesto, Crutchlow settimo, Bautista ottavo, Petrucci nono e Miller decimo (Classifica piloti aggiornata MotoGP 2018).

GIRO 26/26 - Ultimi giro incandescente, con Vinales e Rossi che provano a rientrare. Saranno momenti adrenalinici.

GIRO 25/26 - Danno spettacolo Dovizioso e Marquez con un altro paio di sorpassi e controsorpassi. Il forlivese tiene duro, con Vinales che nel frattempo si riavvicina.

GIRO 23/26 - Marquez prova il sorpasso a Dovizioso, ma il forlivese incrocia la traiettoria e tiene la posizione. Ancora della "partita" Vinales, anche se lo spagnolo non riesce a tenere il ritmo. In difficoltà invece Valentino Rossi che dovrà difendere la quarta piazza.

GIRO 21/26 - Dovizioso e Marquez allungano sugli altri, i due sono in lotta adesso e provano ad allungare. Dietro di loro ora troviamo: Vinales, Rossi, Rins, Zarco, Crutchlow, Iannone, Bautista e Miller nelle prime dieci posizioni.

GIRO 20/26 - Dovizioso è sempre davanti a Marquez, mentre Vinales è in grande risalita e supera anche Valentino Rossi. Alle spalle di questi quattro, Pedrosa finisce nella ghiaia, arrivando troppo lungo alla curva 5 , con Crutchlow e Rins che recuperano una posizione.

GIRO 17/26 - Inizia a muoversi qualcosa, con Vinales che attacca e supera Crutchlow. Poi il britannico commette un errore e viene superato anche da Pedrosa. La situazione aggiornata: Dovizioso con 2 decimi di vantaggio su Marquez, a seguire Rossi, Vinales, Pedrosa e Crutchlow.

GIRO 14/26 - Nessuna novità al comando con Dovizioso, Marquez, Rossi, Crutchlow e Vinales a fare gruppo compatto. Pedrosa nel frattempo è il pilota più veloce in pista, con lo spagnolo adesso settimo.

GIRO 12/26 - La gara deve entrare ancora nel vivo, con Dovizioso, Marquez e Rossi che stanno palesemente risparmiando le gomme in vista della seconda parte decisiva. Un gioco quasi a "nascondino" annunciato già alla vigilia. Nelle posizioni di rincalzo Rins riesce a entrare mettendosi davanti a Zarco.

GIRO 10/26 - DOPPIO SORPASSO! Cambia tutto in testa, con Valentino Rossi che viene superato praticamente in un colpo solo sia da Dovizioso che da Marquez.

GIRO 9/26 - Ecco anche una panoramica aggiornata sui distacchi: Rossi ha un vantaggio di 0.375 su Dovizioso e di 0.557 su Marquez. In quarta piazza c'è anche un minaccioso Crutchlow a soli 0.784 millesimi.

GIRO 8/26 - La situazione aggiornata: Rossi, Dovizioso, Marquez, Crutchlow, Vinales, Zarco, Miller, Rins, Pedrosa e Petrucci.

GIRO 6/26 - Andrea Dovizioso non sta a guardare e supera anch'egli Marquez portandosi alle spalle di Rossi. A seguire Crutchlow è quarto, seguito da Vinales e Zarco. Brutte notizie invece per Iannone che è già in difficoltà con la media all'anteriore: in questo momento è 11esimo.

GIRO 5/26 - Valentino Rossi prende il comando della gara, superando Marquez con grande forza e costringendo lo spagnolo ad un errore in fondo al rettilineo dei box. Dietro ci sono Dovizioso, Crutchlow, Vinales e Zarco.

GIRO 3/26 - Situazione invariata, con Marquez, Rossi, Dovizioso e Crutchlow che provano a staccare il resto della compagnia, con 7 decimi di vantaggio su Vinales. I primi comunque non corrono i rischi pensando a conservare i pneumatici sino alla fine.

GIRO 2/26 - Come prevedibile c'è un gruppone davanti, da Marquez primo a Petrucci nono ci sono appena 2 secondi. Intanto Valentino Rossi è molto aggressivo e minaccioso alle spalle della Honda dello spagnolo.

ORE 09:00 - SI PARTE! Tutto invariato nelle prime curve, con Marquez davanti a Rossi e Dovizioso, poi Crutchlow e Vinales.

ORE 08:58 - Comincia in questo momento il giro di ricognizione, poi 26 giri sino al traguardo.

ORE 08:55 - Mancano cinque minuti alla partenza del Gp dela Thailandia. In pole c'è Marc Marquez, con Valentino Rossi e Andrea Dovizioso in prima fila. Ci sarà sicuramente da divertirsi sul tracciato asiatico del Buriram. Sulla scelte delle gomme, piloti e team quasi tutti allineati sulla scelta di una coppia di hard.

QUALIFICHE UFFICIALI, LA POLE E' DI MARQUEZ

Il più veloce dunque nella Q2 decisiva per aggiudicarsi la pole position è stato Marc Marquez che ha dato la zampata giusta nelle qualifiche ufficiali, prevalendo di soli 11 millesimi su Valentino Rossi, beffato nell'ultimo tentativo utile. Ecco le parole dello spagnolo: "Sono contento, cinquanta pole position sono importanti e sono ancora più contento di averla fatta dopo aver superato la Q1. Durante l'intero weekend il passo era abbastanza buono per lottare per la prima fila, anche con la gomma nuova mi sentivo bene, ma ho avuto problemi con la prima moto all'ultima uscita nella terza sessione di libere. Adesso dobbiamo lavorare ancora, ci sono due o tre cose che non mi piacciono. Per la gara credo che la situazione sia chiara, a livello di gomme penso che tutti faremo la stessa scelta puntando sulla dura dietro", (tempi ufficiali e griglia di partenza).

Dalla seconda piazza parte invece Valentino Rossi, con il pesarese finalmente molto fiducioso in vista della gara: "Sono molto contento perché arriviamo da un periodo difficilissimo, abbiamo fatto tante gare dove abbiamo sofferto. L’apice è stato Aragon, dove sono partito addirittura 18°. Che gara sarà? I più forti sono in prima fila, c’è anche Vinales che va forte oltre alle Suzuki, bisogna vedere come andrà, io farò di tutto per essere lì davanti a lottare."

CIRCUITO E CARATTERISTICHE THAILANDIA

E’ la prima volta che la MotoGP approda nel Paese del sud est asiatico, 69 milioni di abitanti. Nuovo anche il tracciato, il Buriram United Circuit, nei pressi dell’omonima cittadina (28 mila abitanti) situata 405 chilometri a nord est della capitale Bangkok. Il circuito di Buriram ha una lunghezza complessiva di 4554 metri e presenta 12 curve (5 a destra e 7 a sinistra) con una larghezza di 12 metri e un rettilineo di 1000 metri. Progettato da Herman Tilke, lo stesso che ha ideato il circuito di Sepang in Malesia, il Buriram Internation Circuit si presenta con due rettilinei lunghi e una parte più tecnica.

Resta aggiornato sulla MotoGP 2018

Calendario completo della MotoGP 2018 e le dirette tv

Classifica piloti aggiornata MotoGP 2018

ENTRA E REGISTRATI SU WILLIAM HILL PER VEDERE IL CALCIO E LO SPORT IN STREAMING GRATIS (Sezione streaming sport)



News correlate

Torna su