NBA, la sorpresa è Memphis: percorso netto per San Antonio

I Grizzlies battono i lanciatissimi Rockets mentre San Antonio fa percorso netto contro i Raptors. A Est brillano Washington e Antetokounmpo.

NBA, la sorpresa è Memphis: percorso netto per San Antonio

Dopo le prime 3 partite, 4 per alcune franchigie, i Grizzlies paiono procedere spediti senza alcun timore reverenziale, decisi a rivendicare un posto importante nella griglia che conta, quella dei playoff. 

Non contenta di aver battuto, 111 a 101, a casa loro, i campioni di Golden State, con l’espulsione di Steph Curry e Kevin Durant, la compagine di Memphis si è ripetuta andando a vincere per 98 a 90 sul campo dei lanciatissimi Houston Rockets.  Ancora una volta l’ariete di coach David Fizdale è stato il centro Marc Gasol, autore di 26 punti con un ottimo 53,3 di percentuale dal campo. Il compito di miglior rimbalzista se l’è assunto James Ennis III che agli 11 palloni raccattati sotto i tabelloni  ha aggiunto 14 punti e complessivi 37 minuti di grande sostanza, mentre il play Mike Conley ieri notte non troppo generoso negli assist, solo 4, ha messo in carniere 17 punti in 28 minuti. Dal lato Houston delude Trevor Ariza, solo 2 punti per lui in 39 minuti, tengono Eric Gordon, 27 punti e 7 assist partendo in quintetto, e il “Barba” James Harden, 22 punti e 8 rimbalzi. Condannano la formazione di coach D’Antoni la prova poco incisiva dei panchinari, solo 20 punti totali per loro, e il disastroso 23,7% da 3 punti (9/38).

SOLO VITTORIE PER SAN ANTONIO - Niente incertezze, invece, per i San Antonio Spurs che, nonostante l’assenza di Leonard, continuano a macinare gioco e vittorie. Nell’AT&T Center hanno avuto la meglio per 101 a 97 dei Toronto Raptors, una delle squadre più in forma del momento. Ben guidati dal giovane play Dejounte Murray, 16 punti, 14 rimbalzi e 6 assist, si sono avvalsi, ancora una volta, della solida prestazione di LaMarcus Aldridge, autore di 20 punti e 8 rimbalzi in 36 minuti. Buono l’apporto dei panchinari con 37 punti totali di cui 11 di Rudy Gay e 9 dell’immarcescibile Manu Ginobili. Ai Raptors, traditi da Kyle Lowry, 27,3% al tiro, non sono bastati i numeri della loro stella DeMar DeRozan, 28 punti in 36 minuti, l’atletismo di Serge Ibaka e la sorpresa Jakob Poelti, capace di catturare 12 rimbalzi.

LA SITUAZIONE A EST - Se a Ovest si lotta senza quartiere, non da meno procedono le cose a Est dove gli unici a fare percorso netto sono i Washington Wizards di coach Scott Brooks. Trascinati da Bradley Beal, guardia di talento che ha messo a referto 20 punti nei momenti decisivi della gara,  si sono imposti per 109 a 104 in casa dei Denver Nuggets a cui non è bastata la super prestazione del centro Nikola Jokic, 29 punti e 64,3% complessivo. Nella vittoria dei Milwaukee Bucks sui Charlotte Hornets, per 103 a 94, non interrompe la sua marcia verso il titolo di MVP Giannis Antetokounmpo, ala grande di origine greca, che in 39 minuti mette a referto 32 punti e 14 rimbalzi.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO (il gioco è vietato ai minori di anni 18). Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24? Ecco come entrare a far parte del nostro team - clicca qui





News correlate

Torna su