Oladipo fa volare i Pacers: ecco perché George a Indiana è un lontano ricordo

Alla vigilia della stagione in pochi avrebbero puntato sugli Indiana Pacers, ma la ricostruzione sta andando meglio del previsto.

Oladipo fa volare i Pacers: ecco perché George a Indiana è un lontano ricordo

Nell’Nba dell’eterna sfida tra LeBron James e Steph Curry, in questo avvio di stagione sembrano inserirsi prepotentemente gli Houston Rockets di James Harden e i Boston Celtics di Kyrie Irving. Con quest’ultimo che ha lasciato Cleveland e King James per trasferirsi in Massachusetts, gli equilibri dell’Est sembrano essere cambiati, o almeno i Cavaliers non paiono più essere lo schiacciasassi che non aveva conosciuto rivali prima di scontrarsi in finale contro i Warriors. In attesa del ritorno di Isaiah Thomas infatti, la squadra di LeBron ha faticato molto a trovare i giusti equilibri e solo nelle ultime due settimane sembra aver ritrovato nuovamente il bandolo della matassa, riuscendo a aggiustare un record che stava cominciando a diventare davvero preoccupante.
Ad Ovest invece, le prime pagine dei giornali a sorpresa non le prendono Curry, Durant e i Golden State Warriors, ma gli Houston Rockets della premiata ditta Paul-Harden che in questo momento detengono il miglior record dell’intera Nba, con 20 vittorie e solo 4 sconfitte.

SOPRESA INDIANA – Ritenere che i Celtics e i Rockets come delle vere e proprie sorprese però, sarebbe eccessivo. A poter essere definiti a tutti gli effetti un’outsider invece, sono gli Indiana Pacers di Victor Oladipo.
In estate i Pacers sembravano destinati a vivere una stagione di transizione, senza nessuna grossa aspettativa. La partenza di Paul George - approdato alla corte dell’MVP, Russel Westbrook, in cambio di Victor Oladipo  - pareva rappresentare la pietra tombale sulla stagione di Indiana: le cose sul parquet però, sono andate diversamente e grazie a delle grandi prestazioni di Oladipo, i Pacers sono sorprendentemente competitivi. Indiana ha vinto le ultime 4 partite, sta scalando la classifica dell’Est, e al momento può cullare l’ambizione di accedere alla post-season, obiettivo che ad ottobre sembrava praticamente impossibile.

OLADIPO SUPERSTAR - L’uomo franchigia dei Pacers in questo momento dunque è Oladipo – molto più di Turner – con l’ex giocatore degli Oklahoma City Thunder che non ne può più di essere paragonato continuamente a George: “Inizio ad essere stanco di essere paragonato a Paul George. Lui è andato via e sono arrivato io. Lui è felice della sua scelta e sono felice anch’io. Gli auguro davvero il meglio. Io sono grato e onorato di poter vestire la casacca di Indiana ogni sera”.
Di certo, dopo le grandi prestazioni offerte da Oladipo - fresco di career-high contro Denver – i tifosi dei Pacers stanno cominciando a dimenticare George, sognando i play-off.



News correlate

Torna su