Kobe Bryant e i Los Angeles Lakers: l’8 e il 24, due numeri diventati leggenda

I Los Angeles Lakers hanno ritirato l’8 e il 24, storici numeri dell’ex fuoriclasse gialloviola

Kobe Bryant e i Los Angeles Lakers: l’8 e il 24, due numeri diventati leggenda

Quando nel novembre del 2015 Kobe Bryant ha annunciato il ritiro dal basket giocato, per tutti gli appassionati della palla a spicchi è stato un giorno molto triste: “Caro basket, sono pronto a lasciarti andare. Mi hai fatto vivere il mio sogno di diventare un Laker e ti amerò per sempre per questo. Ma non posso amarti più con la stessa ossessione - aveva scritto il Black Mamba nella lettera pubblicata sul The Players Tribune, con la quale aveva annunciato il ritiro - il mio cuore può sopportare la battaglia, la mia testa può gestire la fatica, ma il mio corpo sa che è il momento di dire addio. Questa stagione è tutto quello che mi resta”.

L’ULTIMA PARTITA DA SOGNO – Per venti anni Kobe Bryant ha fatto sognare milioni di tifosi, con giocate straordinarie e canestri da fantascienza. 5 titoli alzati al cielo, 1 mvp della regular season (nel 2007/2008, in versione 24) e 2 mvp delle finals (2009 e 2010), questa è la bacheca dell’ex fuoriclasse dei Lakers che il 14 aprile 2016 ha chiuso la carriera e lo ha fatto a modo suo, stupendo il mondo: 60 punti realizzati nella vittoria contro gli Utah Jazz e un’ultima notte vissuta da protagonista assoluto sul parquet che lo ha visto diventare una vera e propria star, una delle più lucenti della storia Nba, vale a dire lo Staples Center di Los Angeles.

UN’ALTRA NOTTE PER DIVENTARE LEGGENDA – Nel cuore e nella mente di ogni tifoso dei Lakers, Kobe Bryant è diventato leggenda nel momento in cui ha disputato i suoi ultimi minuti con la maglia gialloviola. Questa notte però, i Lakers hanno deciso di onorare il loro campione con il riconoscimento più grande che una franchigia Nba possa dedicare ad un suo ex giocatore: ossia il ritiro della maglia o, per meglio dire, delle maglie nel caso di Kobe. Questa notte infatti durante l'intervallo della sfida con i Golden State Warriors, la numero 8 e la numero 24 gialloviola sono state alzate verso il soffitto dello Staples Center e ritirate per sempre.

LA STORIA DEI DUE NUMERI – Dunque sono stati due i numeri ritirati dai Lakers questa notte: due perché a Kobe le cose ordinarie non sono mai piaciute. Quando il 3 novembre del 2006 Bryant recupera da un problema al ginocchio, decide di mettere definitivamente in cantina la canotta numero 8 e ne indossa una nuova con il 24. Non si è trattato di certo di una scelta casuale, come casuale non è stata nessuna delle decisioni prese dall’ex giocatore gialloviola nel corso della sua carriera. Dopo aver visto il film di Tarantino “Kill Bill”, Bryant infatti è rimasto affascinato dalle caratteristiche del “Black Mamba”, uno dei serpenti più pericolosi del pianeta. Quel predatore ha ispirato in qualche modo il nuovo Kobe che ha deciso di iniziare un nuovo capitolo della sua carriera: “Il Black Mamba può colpire con una precisione del 99% anche al massimo della sua velocità, il mio basket dovrà essere così" disse Kobe, scegliendo di cambiare il 24 con l’8. E’ stato poi lo stesso Bryant a spiegare le due fasi differenti della sua carriera, tratteggiando un profilo del Kobe con l’8 e di quello con il 24: “Il Bryant con l’8 e quello con il 24 sono due persone e due giocatori completamente diversi.  Il primo aveva una certa mentalità, è arrivato nella Lega con la voglia di dare la caccia a tutti, l’altro invece ha raggiunto la maturità. Meno attento al dominio individuale e più interessato ad aiutare gli altri a migliorarsi per raggiungere il massimo livello come gruppo. Questa la grossa differenza tra i due Bryant”.

Di certo “entrambi i Kobe” hanno impresso un segno indelebile nella storia dell’Nba, tanto da spingere i Lakers a ritirare sia l’8 che il 24, due numeri che hanno trasformato un giocatore in una leggenda vivente.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia Bet365 che offre anche più di 100.000 eventi in live streaming all'anno, quindi puoi scommettere mentre guardi l'evento e mentre l'azione si svolge (il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Gioca responsabilmente). Ogni evento sul sito web di bet365 che ha l'icona Play o Video accanto ad esso è programmato per essere mostrato tramite Live Streaming. REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



News correlate

Torna su