Stephen Curry e quelle caviglie troppo fragili: ecco quando potrebbe rientrare la stella dei Warriors

Le caviglie hanno sempre dato grossi problemi alla stella dei Golden State Warriors che ora è costretta a rinviare il rientro in campo.

Stephen Curry e quelle caviglie troppo fragili: ecco quando potrebbe rientrare la stella dei Warriors

Quella con LeBron James è diventata una rivalità che ha fatto appassionare tutti i tifosi del basket americano e non solo: nelle ultime tre stagioni, la sfida tra Golden State Warriors e Clevelad Cavaliers ha rappresentato l’ultimo atto della stagione Nba, con la squadra californiana che si è imposta due volte in finale, mentre LeBron e compagni hanno alzato al cielo l’anello due stagioni fa. A Natale i tifosi dei Warriors e dei Cavaliers potevano godersi un primo antipasto della sfida tra Curry e James, ma i guai fisici del numero trenta impediranno a tutti gli appassionati della palla a spicchi di godersi la sfida tra le due star.

L’INFORTUNIO CONTRO I PELICANS – Lo scorso 5 dicembre Curry era stato uno dei grandi protagonisti della vittoria dei Warriors a New Orleans, con 31 punti e 11 assist. A 59’’ dalla sirena finale però, Steph ha lasciato il campo zoppicando, dopo aver subito una distorsione alla caviglia, atterrando male in un contrasto con E’Twaun Moore.  Nel corso del post-partita il 2 volte Mvp è stato costretto a muoversi negli spogliatoi con l’ausilio delle stampelle, facendo preoccupare tutto l’ambiente dei Warriors. Alla fine per la stella dei GSW è stata confermata una semplice distorsione, ma quando si parla delle caviglie di Curry, la prudenza dello staff medico californiano è sempre moltissima. Inizialmente infatti era stata ipotizzata un’assenza di due settimane dai campi da gioco, ma nella giornata di ieri è arrivato il verdetto definitivo. I campioni in carica infatti, hanno fatto sapere che la caviglia di Steph “guarisce bene e fa progressi”, a tal punto che Curry riprenderà a lavorare insieme ai compagni. Tutto ciò però non basterà per far rientrare il due volte Mvp in tempo per la sfida di Natale con i Cavaliers di Lebron James. I Warriors inoltre hanno fatto sapere che Steph verrà rivalutato tra una settimana e solo in quel momento potranno esserci più certezze sul ritorno in campo del numero 30 che comunque dovrebbe avvenire non più tardi di inizio gennaio.

LE CAVIGLIE “MALEDETTE” – Nel corso della carriera di Stephen Curry le caviglie hanno sempre rappresentato il punto debole del numero 30 dei Warriors. Se andiamo indietro con la memoria alla stagione 2012/2013, Steph nel corso della regular season si era dovuto fermare ai box per tre volte, a causa di altrettante distorsioni. Nel corso dei play-off poi, in gara 3 – sul punteggio di 1-1 tra Warriors e Spurs – Curry ha subito l’ennesimo infortunio alla caviglia che lo ha costretto a giocare al 50% della condizione quella serie vinta da Duncan e compagni 4-1. Se pensiamo invece alle ultime stagioni, nel primo turno di play-off del 2016 contro gli Houston Rockets, l’Mvp fu costretto a saltare gara 2 e 3 per il solito problema alla caviglia.  Insomma le caviglie rappresentano il vero, forse unico, punto debole di Stephen Curry, un ostacolo che più volte lo ha rallentato nel corso della sua carriera, ma non gli ha impedito di diventare uno dei più grandi tiratori nella storia dell’Nba.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia Bet365 che offre anche più di 100.000 eventi in live streaming all'anno, quindi puoi scommettere mentre guardi l'evento e mentre l'azione si svolge (il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Gioca responsabilmente). Ogni evento sul sito web di bet365 che ha l'icona Play o Video accanto ad esso è programmato per essere mostrato tramite Live Streaming. REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



News correlate

Torna su