Kyrie Irving racconta la sua nuova vita ai Boston Celtics: “Ora sono un leader”

La stella dei Boston Celtics si è soffermato sull’evoluzione della sua carriera Nba, raccontando il suo processo di maturazione

Kyrie Irving racconta la sua nuova vita ai Boston Celtics: “Ora sono un leader”

A Cleveland il nome di Kyrie Irving resterà per sempre impresso nella storia: insieme con LeBron James infatti, è riuscito a portare il titolo in Ohio, battendo 2 anni fa i Golden State Warriors dei record in una finale da sogno: sotto 3-1 nella serie, i Cavaliers della coppia Irving-James sono riusciti a recuperare dall’1-3 – impresa mai riuscita a nessuna squadra prima in una serie finale Nba – aggiudicandosi gara 7 in casa di Curry e compagni. Nelle ultime 3 partite della serie il contributo di Kyrie è stato decisivo, con tutti i tifosi dei Cavaliers che non possono fare a meno di dimenticare quella tripla – probabilmente decisiva – messa a bersaglio proprio da Irving nel finale di gara 7, al termine di una partita davvero leggendaria.

IRVING SI CONFESSA – Nelle Finals della scorsa stagione però, i Warriors – che hanno aggiunto al roster di due stagioni fa Kevin Durant – si sono presi la rivincita su Irving e James, spazzando via i Cavaliers con un netto 4-1 nella serie. Dopo gara 5 poi, al termine di un periodo di riflessione, Irving ha stupito tutti, prendendo una decisione che nessuno avrebbe mai immaginato di dover commentare: Kyrie ha annunciato la sua volontà di lasciare LeBron e i Cavaliers, alla ricerca di nuovi stimoli. Il play dei Cavs infatti voleva dimostrare di poter essere un grande giocatore anche senza l’ausilio del Re, di quel LeBron James che finisce per offuscare la luce di ogni giocatore che lo circonda. Iriving ha deciso di “mettersi in proprio”, riscoprendo però anche l’arte di essere leader. In occasione della visita dei suoi Boston Celtics a Londra, con la sfida che questa sera sta vedendo protagonisti Irving e compagni contro i Philadelphia 76ers, l'ex giocatore dei Cavs ha deciso di raccontare la sua nuova vita ai Boston Celtics e, come riportato da La Gazzetta dello Sport, ha dichiarato: “Sono arrivato in Nba a 19 anni, con opportunità che un tipico 19enne non ha. Io giocavo a basket: avevo l’affetto dei tifosi, la fama, ma ho capito che tutto questo lo avevo semplicemente perché riuscivo a mettere una palla nel cesto. Voglio dire: tutto qui? Me lo chiedo spesso prima delle partite, e fa sembrare tutto più semplice. Il basket però mi ha permesso di capire tante cose della mia vita, come quello che voglio sia il mio lascito, sia quando avrò smesso di giocare sia quando lascerò per sempre questo mondo".

NUOVA VITA DA LEADER - Irving si è soffermato anche sul suo processo di maturazione e, a chi gli ha chiesto se abbia davvero capito cosa significa essere un leader, ha risposto: “Sì, perché sono stato paziente. Arrivato a Boston ho capito che non dovevo mettermi fretta: sono stato molto diretto su quello che voglio essere e ho cercato di capire come mettere il mio talento a disposizione del gruppo. So che devo pretendere eccellenza da me stesso e farlo capire anche al gruppo".

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia Bet365 che offre anche più di 100.000 eventi in live streaming all'anno, quindi puoi scommettere mentre guardi l'evento e mentre l'azione si svolge (il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Gioca responsabilmente). Ogni evento sul sito web di bet365 che ha l'icona Play o Video accanto ad esso è programmato per essere mostrato tramite Live Streaming. REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI

SEGUI SPORTNOTIZIE24 SUI SOCIAL!

FACEBOOK - TWITTER - GOOGLE PLUS - INSTAGRAM

Vuoi scrivere per noi? Ecco come fare



News correlate

Torna su