William Hill IT Italiano

Nba, i Boston Celtics conquistano ufficialmente i play-off

La squadra guidata da Kyrie Irving è riuscita a centrare la qualificazione alla post-season, battendo i Timberwolves

La stagione Nba sta entrando nella parte finale e dunque arrivano anche i primi verdetti: questa notte, grazie alla vittoria ottenuta contro i Minnesota Timberwolves, i Boston Celtics hanno staccato ufficialmente il pass per i play-off, mettendo nei guai la squadra allenata da coach Thibodeau.

Con la vittoria di questa notte, i Celtics si sono qualificati per la quarta volta consecutiva ai play-off, centrando la post-season per la 55esima volta nella loro storia.
In casa Timberwolves invece, la situazione appare piuttosto preoccupante: dopo l’infortunio occorso a Butler, i Lupi hanno vissuto una nette involuzione ed ora il rischio concreto è quello di non  qualificarsi per i play-off.

Boston vince con il collettivo, Minnesota si affida alle individualità

I Celcics, guidati da Kyrie Irving, certificano la cristi dei Timberwolves, giunti con quella di stanotte alla terza sconfitta consecutiva per la prima volta in questa stagione.
La sensazione è che i risultati ottenuti nella prima parte di stagione abbiano fatto credere a coach Thibodeau e a tutti coloro che hanno a cuore le sorti di Minnesota di aver finalmente costruito una squadra che fosse in grado di centrare i play-off, con l’obiettivo di fare più strada possibile.

La realtà però è che i Timberwolves sono dei lontanissimi parenti della squadra che l’ex allenatore dei Chicago Bulls avrebbe in mente: difendono poco e male e attaccano fermando spesso il pallone, con molti isolamenti, l’esatto contrario dell’attacco corale che Thibodeau si aspetterebbe da Wiggins e compagni.
Nel roster di Minnesota di certo il talento non manca, ma con l’infortunio di Butler sono emersi tutti i limiti di una squadra che ora dovrà fare i conti con un calendario davvero complicato. Domenica i
Timberwolves saranno chiamati ad ospitare i Warriors – in piena corsa con i Rockets per centrare il primo posto in Regular Season – con concrete possibilità di collezionare la quarta sconfitta consecutiva.

 

Le partite della notte Nba: i Warriors battono gli Spurs

Nelle altre partite andate in scena nella notte americana, c’è da segnalare la vittoria dei Golden State Warriors sui San Antonio Spurs (110-107), ancora privi di Leonard. Protagonista assoluto della serata è stato Kevin Durant, autore di 37 punti che hanno steso la squadra di Popovich.
Per il resto c’è da segnalare la battuta d’arresto dei Sixers di Belinelli, sconfitti dagli Heat (108-99). I Nets invece hanno battuto gli Hornets (125-111), mentre i Thunder, guidati da Westbrook, hanno avuto la meglio dei Suns (115-87).

Oscar, Kobe Bryant vince e ringrazia la moglie (in italiano)



News correlate

Torna su