Il tecnico bianconero ha parlato in conferenza stampa a Vinovo. Nessuna indicazione sulla formazione ma il capitano potrebbe restare ancora fuori.

Massimiliano Allegri ha di nuovo lanciato il guanto di sfida alla capolista. In otto giorni la Juventus potrebbe calare il tris: battuto il Napoli e conquistata la qualificazione agli ottavi di Champione, i bianconeri vanno a caccia dello scalpo dell'Inter nel Derby d'Italia in programma all'Allianz Stadium: “Aver vinto a Napoli è stato un passettino in avanti, ma la partita di domani fa parte del campionato, è importante e per noi è un confronto con la prima del campionato – ha detto il tecnico bianconero parlando al Media Center di Vinovo in conferenza stampa –. Raramente capita che in una settimana si giochi due volte con la prima del campionato. La cosa che dovevamo fare questa settimana era passare il turno in Champions e raggiungere il primo obiettivo della stagione. Ora pensiamo al campionato, alla Coppa Italia e a migliorare la condizione fisica di alcuni giocatori. Sono fiducioso non tanto per la partita di domani ma per il prosieguo della stagione”.

Sfida scudetto sì, ma “non deciderà lo scudetto – ha sottolineato Allegri –. A meno che una squadra perda sette parte di seguito, fino all'ultima giornata quest'anno il campionato sarà in bilico”. La Juve si è rifatta pericolosamente sotto la scorsa settimana vincendo al San Paolo: “Siamo andati a Napoli e una sconfitta avrebbe allungato la classifica e, anche se il campionato non sarebbe finito, sarebbe stato più difficile rincorrere a sette punti. Quest'anno a maggior ragione possono essere gli scontri diretti a far la differenza. Domani abbiamo grande stimolo contro la migliore del campionato”.

A Napoli la Juve ci era andata per tanti da vittima sacrificale. Chi è dell'ambiente, invece, tiene sempre un profilo basso, come Spalletti che della Juve ha detto che non si deve nascondere perché è lei la vera favorita per lo scudetto: “Che noi si giochi per vincere il campionato, è una cosa ovvia – ha risposto Allegri –. Che poi loro giochino per vincere il campionato è un'altra cosa ovvia, così come per la Roma, il Napoli e la Lazio che continua a stupire. Spalletti ha ragione: la Juventus gioca per vincere il campionato poi che per la Juventus sia più difficile è normale, visto che ne ha vinti sei di fila”.

In attesa di sciogliere i dubbi di modulo e formazione dopo l'ultimo allenamento, Allegri si gode una squadra che ha ritrovato grande attenzione: “La squadra è diventata molto più responsabile, ha capito il momento in cui c'era da mettere qualcosa in più – ha spiegato ancora Allegri –. La differenza per arrivare ai grandi obiettivi la fanno lavoro e sacrifici. In un calcio molto fisico, anche i giocatori tecnici se non hanno una condizione ottimale difficilmente possono mettere in campo le loro qualità. Nelle ultime gare, poi, la cosa più importante è che abbiamo capito come stava andando la partita”. Inter con più entusiasmo della Juve? Per Allegri non è così:L'entusiasmo ce l'abbiamo anche noi, ma dobbiamo averne un po' di più. Loro, il Napoli e la Roma hanno voglia di battere la Juventus e noi dobbiamo essere più bravi e fare qualcosa di più”, ha concluso il tecnico bianconero.

Qui la conferenza stampa di Luciano Spalletti con tanto di risposta a Juve Tv

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia Bet365 che offre anche più di 100.000 eventi in live streaming all'anno, quindi puoi scommettere mentre guardi l'evento e mentre l'azione si svolge (il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Gioca responsabilmente). Ogni evento sul sito web di bet365 che ha l'icona Play o Video accanto ad esso è programmato per essere mostrato tramite Live Streaming. REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI