Nuoto, Assoluti 2018: buon tempo di Paltrinieri, la Pellegrini vince ma delude

Gregorio Paltrinieri ha vinto conquistando un ottimo tempo negli 800sl, tempo deludente per Federica Pellegrini

Arrivano buone notizie per il movimento sportivo italiano e in particolare dal nuoto. Oggi, infatti, è arrivata una prestazione convincente da parte di Gregorio Paltrinieri, che ha conquistato il miglior tempo sugli 800 metri stile libero ai Campionati Italiani Assoluti 2018 di nuoto. L’atleta carpigano ha dominato la gara nella distanza a lui più congeniale (è la medaglia di bronzo iridata attualmente in carica). Il suo tempo finale è 7:45:53, il miglior tempo mondiale dell’anno e cinque secondi dal suo personale.

Nonostante ci troviamo solo all’inizio della stagione, il Campione Olimpico dei 1500 metri ha offerto fin da subito un’ottima prova, nuotando in maniera convincente e distinguendosi per un ritmo interessante (29’’ per ogni 50 metri accelerando nell’ultima vasca). Paltrinieri è parso dunque già nelle condizioni migliori per affrontare l’estate da vero protagonista. La vittoria odierna gli ha permesso di conquistare il pass diretto per gli Europei di Glasgow dove proverà a portare a casa la vittoria assieme al suo collega e amico Gabriele Detti, che oggi invece non ha gareggiato per un problema fisico. Alle sue spalle si sono piazzati Domenico Acerenza (7:57.60) e Johannes Calloni (7:59.80).

Le dichiarazioni di Paltrinieri

Il nuotatore a fine gara si è così espresso ai microfoni di Rai Sport: “Oggi ho cercato soprattutto gli spazi di nuotata, non mi interessava tanto andare fortissimo perché poi mi faccio anche condizionare. Considerando i tanti cambiamenti di questa stagione, mi è piaciuta la nuotata e sono contento per la prestazione. Mi sentivo più potente ed efficiente sotto, sono contento di questo. E’ sempre importante trovare indicazioni positive, 7:45 è un buon tempo ma mi interessava di più la nuotata“, ha concluso,

La Pellegrini non incanta

Vittoria, inoltre, per Federica Pellegrini che ha vinto i 100 stile libero senza però incantare negli Assoluti di Riccione. La veneta ha duellato con Erika Ferraioli per poi vincere 54:42. Il livello è apparso ancora abbastanza basso, anche se va detto che ci troviamo all’inizio della stagione. Alle sue spalle si sono posizionate Erika Ferraioli (55.33) e Laura Letrari (55.63).

“Non mi spiego come ho fatto a nuotare un tempo così alto, non so cosa dire - ha detto la Divina a Rai Sport -. Stamattina ho fatto il tempo senza faticare, nel pomeriggio in gara secca non mi sono praticamente migliorata e non riesco a spiegarmelo. Ad Atlanta in pieno carico ho fatto decisamente meglio, ora devo studiarlo insieme al mio allenatore”. Il risultato ha comunque portato la qualificazione agli Europei di Glasgow.

Un anno di sport: il 2017 del nuoto

Il video riassuntivo relativo al 2017 nel nuoto.



News correlate

Torna su