Diatec Trentino: si può fare di più

La prima parte di stagione della squadra di Trento

Diatec Trentino: si può fare di più

La formazione allenata da Angelo Lorenzetti si presentava ad inizio campionato dopo essersi fatta sfuggire lo scudetto vinto meritatamente in gara 3 da Civitanova così come la Coppa Italia. Da non dimenticare inoltre la finale di coppa CEV persa in Francia a vantaggio del Tours.

In estate c'è stata una vera e propria rivoluzione. Fuori lo schiacciatore Urnaut, i tre centrali Solè, Van de Voorde e Mazzone, il libero Colaci e gli opposti Stokr e Nell. Al centro sono arrivati Eder Carbonera dal Brasile, l'australiano Zingel e lo sloveno Jan Kozamernik, il mancino serbo Uros Kovacevic e il canadese Nicolas Hoag sono andati ad affiancare Filippo Lanza nel ruolo di schiacciatore con la promozione in prima squadra di Oreste Cavuto, il giovane palleggiatore Partenio è andato a fare il secondo a Simone Giannelli mentre Luca Vettori e Rene Teppan sono diventati gli opposti. La formazione si completava con l'esperto libero De Pandis affiancato da Matteo Chiappa.

La stagione inizia e la squadra subito delude il proprio pubblico perdendo al tie break contro la sorprendente squadra di Milano allenata da Andrea Giani. Il successo avvenuto poi a Padova sembra poter rendere il passaggio a vuoto della prima giornata solo un caso, ma la squadra continua a non convincere ed infatti nelle successive sette giornate arrivano solo tre punti a causa delle sconfitte sui campi di Ravenna, Civitanova e Perugia e in casa contro Verona; in mezzo solo la vittoria in casa contro Castellana Grotte. All'ottava giornata arriva al Palatrento Latina la quale si impone subito sul risultato di due a zero. sembra che stia per arrivare un'altra sconfitta ed il pubblico trentino, abituato a lottare per le prime posizioni da ormai molti anni, inizia a dubitare della squadra e del lavoro fatto durante il mercato, ma grazie alla forza di volontà i giocatori riescono a ribaltare il risultato vincendo la partita per tre a due. Da quel momento la squadra riprende fiducia e ottiene una striscia di otto vittorie consecutive battendo la squadra di Modena allenata dal grande ex Radostin Stoychev per tre a due e prendendosi la rivincita sul campo di Milano. La striscia positiva si interrompe la scorsa domenica quando la Diatec Trentino perde in casa sotto i colpi di Civitanova. La partita finisce tre a uno, ma la formazione trentina non ha mai dato la sensazione di poter davvero giocare a pari livello contro la squadra degli ex Juantorena e Sokolov. La curva Gislimberti non ci stà e invia un comunicato dove fa notare che le aspettative a inizio stagione erano altre e che i giocatori non diano il centro per cento in campo e non sembrano avere i giusti atteggiamenti per una squadra del blasone di Trento.

Fino ad ora le poche note liete sono il rendimento dello schiacciatore Hoag, premiato MVP del mese proprio Domenica scorsa, il quale sembra essere l'unico davvero incisivo in attacco e i tre centrali, una menzione d'obbligo per Eder Carbonera che, grazie alla sua battuta e i suoi attacchi, risulta essere spesso decisivo. Deludono invece Giannelli e Lanza che sembrano essere stati svuotati dagli impegni con la nazionale durante l'estate, così come non convince Uros Kovacevic; non tanto per le prestazioni in campo, quanto per una condizione fisica non ottimale che lo costringe spesso a saltare delle partite. L'opposto Luca Vettori si è alternato spesso con l'estone Teppan senza però che i due riuscissero ad essere davvero continui e quindi costringendo Giannelli ad essere meno imprevedibile. Proprio il l'ex Modena sembra essere un altro giocatore rispetto a quello visto in campo in passato, spento sia nella tecnica quanto nel morale, questo almeno fino Giovedì scorso. Nella partita disputata al Palatrento di Champions League Luca Vettori ha fornito un ottima prestazione mettendo a segno ben 19 punti ottenendo il premio di MVP. Le speranze dei tifosi sono che da qui in avanti possa continuare così e che questa partita gli fornisca quel morale e quella fiducia di cui ha bisogno.

In tutto questo la Diatec Trentino attualmente è quinta in classifica a sole due lunghezze da Verona, ma a ben diciotto dalla vetta. La prossima partita in programma si terrà domani alle 18:00 e vedrà proprio lo l'atteso derby dell'Adige in concomitanza con la sfida tra Perugia e Civitanova. Le aspettative sulla Diatec Trentino erano sicuramente diverse, ma si sa, nella pallavolo può succedere di tutto e nei playoff ogni partita può essere una sorpresa.



News correlate

Torna su