Premier League, Chelsea-Palace 2-1: Conte torna a sorridere. I risultati

Dopo due k.o esterni contro City e United i Blues superano con un pizzico di sofferenza nel finale il Crystal di Hodgson: vittorie per Leicester ed Everton

Si è conclusa un'altra grande giornata del campionato più bello al mondo, la Premier League. Nel sabato dedicato agli appuntamenti del trentesimo turno (undicesimo del girone di ritorno), sono scese in campo quasi tutte le big. Ad eccezione di Arsenal, Tottenham e Manchester City, che se la vedranno rispettivamente contro Watford, Bournemouth e Stoke City nei tre posticipi inglesi. Sono andati in archivio invece le interessanti sfide tra José Mourinho e Jurgen Klopp impegnati a Old Trafford nel lunch match, mentre nel pomeriggio il Chelsea di Antonio Conte è ritornato a sorridere contro il Crystal Palace dopo due sconfitte consecutive nelle impegnative trasferte di Manchester.

CONTE RITROVA IL SORRISO

Le defezioni contro City e United avevano complicato e non poco la qualificazione alla prossima Champions League dei Blues, scivolati a sorpresa in quinta posizione dietro Tottenham e Liverpool. Tornare al successo era dunque obbligatorio per accorciate le distanze sulle dirette pretendenti. E il 2-1 inflitto alla formazione di Roy Hodgson alimenta le speranze del tecnico italiano alla vigilia degli ottavi di ritorno della Coppa dalle grandi orecchie in casa del Barcellona. I 3 punti sono arrivati grazie alla conclusione dal limite di Willian e all'autogol sfortunato di Martin Kelly sul cross teso di Zappacosta al termine di una triangolazione stupenda sul fronte Hazard-Willian. Entrambe nella prima frazione, mentre nella ripresa il risultato è rimasto invariato sino al 90', quando van Aanholt ha accorciato le distanze beffando Courtois con un rasoterra centrale.

ALTRI RISULTATI: GOLEADE PER NEWCASTLE, LEICESTER E BURNLEY

Nel classico appuntamento pomeridiano del sabato di Premier (al termine del big match Manchester United-Liverpool) erano in programma ben cinque incontri, tutti interessanti. Come quello a Goodison Park tra Everton e Brighton terminato con un secco 2-0 in favore dei Toffies. Dopo due k.o di fila la squadra di Sam Allardyce ha ritrovato 3 punti importanti grazie a un ottimo secondo tempo giocato da squadra. L'autogol sfortunato di Bong al 60' premia i padroni di casa, che al 76' raddoppiano con Cenk Tosun, al secondo gol in maglia blue. Nel finale Rooney sbaglia dal dischetto il possibile 3-0. Poker del Leicester in casa del malcapitato West Bromwich sempre più fanalino di coda del campionato inglese. Rondon all'8' illude i tifosi degli Albion, mentre le Foxes rimontano con Vardy e Mahrez prima di dilagare con le realizzazioni di Iheanacho e Iborra.

Vittoria esterna anche per il Burnley di Sean Dyche, che a Londra inguaia Moyes e il West Ham con un sonoro 0-3 maturato tutto nella seconda frazione di gara con le reti di Barnes e Wood (autore di una doppietta). Adesso gli Hammers si trovano a ridosso della zona retrocessione, proprio come il Southampton di Gabbiadini, sconfitto 3-0 da Newcastle al St. James Park: decisivi gli esterni di centrocampo Kenedy e Ritchie. Finisce a reti inviolate invece tra Huddersfield e Swansea al Kirklees Stadium.

Conte: "Critiche contro di me? A volte è spazzatura..." (VIDEO)

Ultime notizie Premier League

  • 17 settembre 2018
  • 16 settembre 2018
  • 16 settembre 2018
  • 15 settembre 2018
show


News correlate

Torna su