Premier League, il Tottenham dimentica la Juve: l'Arsenal vince ancora

Dopo la delusione Champions gli Spurs superano 4-1 il Bournemouth a Dean Court, mentre i Gunners calano il tris al malcapitato Watford

Domenica dedicata ai posticipi nella trentesima giornata di Premier League 2017/2018: dopo gli appuntamenti del sabato e le vittorie importanti di Chelsea, Newcastle, Leicester, Everton e Burnley sono scese in campo le due squadre del nord di Londra, Arsenal e Tottenham. Impegnati rispettivamente contro Watford e Bournemouth, Gunners e Spurs hanno conquistato due successi netti e allo stesso tempo fondamentali per continuare a sperare nell'Europa (non perderti tutti i risultati della 30a giornata).

Nel posticipo del Dean Court gli uomini di Mauricio Pochettino si lasciano alle spalle al delusione Champions superando con un netto 4-1 in rimonta i Cherries allenati da Eddie Howie.

TOTTENHAM IN RIMONTA SUL BOURNEMOUTH

Eppure la sfida si era maledettamente complicata per gli Spurs nella prima mezz'ora: prima il diagonale vincente di Stanislas sull'assist di Smith, poi l'infortunio alla caviglia che ha costretto Kane a lasciare il campo in favore di Lamela sembrava potesse compromettere davvero la sfida. Nel finale di tempo però ci pensa Alli a togliere le castagne dal fuoco ribadendo in rete il cross teso di Aurier, al ritorno in campo dopo la squalifica in Champions League. Nella ripresa il Tottenham continua a macinare gioco e orchestra la rimonta con la girata al volo di Son al termine di una grande azione corale. Nel finale il sudcoreano trova la doppietta personale, mentre Aurier cala il poker nel primo dei cinque minuti di recupero.

L'ARSENAL RITROVA IL SUCCESSO ANCHE IN CAMPIONATO

Dopo aver espugnato 0-2 il Meazza di San Siro contro il Milan, l'Arsenal di Arsene Wenger è tornato al successo anche in campionato, rifilando un sonoro 3-0 al Watford di Javier Gracia. Vittoria agevole seppur con qualche rischio, con il pubblico dell'Emirates subito ad esultare al minuto 8', quando Mustafi è bravo a saltare più in alto di tutti sul calcio piazzato impeccabile del solito Ozil sulla fascia sinistra. Primo tempo che si chiuderà sul risultato di 1-0, con il fantasista tedesco che alla mezz'ora fallisce davanti a Karnezis la palla del raddoppio, mentre dall'altra parte Pereyra e Richarlison falliscono due occasione nitide.

Nella ripresa l'Arsenal trova il 2-0 al 59', con Aubameyang che in contropiede riceve un ottimo suggerimento da parte di Mkhitaryan trovando la propria gioia personale dopo aver messo a sedere l'ex portiere dell'Udinese. Poco dopo Cech si supera negando la gioia del gol a Deeney dagli undici metri. Episodio che scoraggerà definitivamente gli Hornets che al 77' capitolano definitivamente alla rete di Mkhitaryan, bravo a beffare ancora Karnezis col mancino sul tocco in area di Aubameyang.

Maldini: "Arsenal brutto ko, ma grande Gattuso" (VIDEO)



News correlate

Torna su