Boxe, Mayweather torna ad allenarsi: l'obiettivo combattere in MMA

Il pugile statunitense ha ammesso di essere tornato agli allenamenti con la voglia di esordire presto sull'ottagono: gara-2 con l'irlandese?

Sono passati già sette mesi da quell'indimenticabile notte alla T-Mobile Arena, in Nevada, in occasione del match dell'anno contro Conor McGregor. Una giornata di festa per Floyd Mayweather, che sconfisse il campione di arti marziali miste sul ring di boxe toccando quota 50 vittorie al fronte di 0 sconfitte. Una vittoria per certi versi annunciata, vista la prima volta per l'irlandese abituato a stendere innumerevoli avversari sull'ottagono in uno sport totalmente diverso come la MMA.

Dopo il successo per KO tecnico Money superò il record storico del connazionale Rocky Marciano, decidendo di appendere definitivamente i guantoni al chiodo. Ma il richiamo del ring e dei combattimenti è davvero troppo forte e irresistibile per uno come Mayweather, che a distanza di mesi ha da poco annunciato quello che tutti, almeno una volta, hanno sperato annunciasse.

MAYWEATHER TORNA AD ALLENARSI PER COMBATTERE IN MMA

"Pretty Boy Floyd" è tornato nuovamente ad allenarsi, con l'obiettivo di figurare al più presto sull'ottagono in una disciplina tutta nuova, ancora inesplorata per uno che, come lui, ha fatto fortune nel mondo del pugilato. "Ho iniziato ad allenarmi a Miami, per ora non sulla parte fisica ma sulla resistenza e non vedo l'ora di combattere, probabilmente entro la fine dell'anno", ha rivelato Mayweather, seguito negli allenamenti dal campione dei pesi welter Tyron Woodley. Le possibilità dunque si fanno di giorno in giorno sempre maggiori per ammirarlo in Ultimate Fighting Championship. Anche se Floyd preferisce non sbilanciarsi ai microfoni di FightHype.com: "sono ancora 50 e 50, non il 100%".

FLOYD DI NUOVO IN AZIONE

Il pugile di Grand Rapids non ha voluto svelare ovviamente tutte le sue carte, lasciando un alone di mistero su un suo effettivo approccio in UFC, terreno fertile del rivale McGregor. Malgrado ciò una cosa è certa: a 41 anni Mayweather è pronto a ritornare in azione dopo diverso tempo, continuando a seguire quella passione cui non si può rinunciare: "Sto pensando da un po' di tempo di combattere nella MMA, dove già adesso so che sono il nome più importante e che il secondo è Conor McGregor".

McGregor, proprio lui. Da quella sera di agosto tutti pregustano un secondo atto a "campi invertiti" tra i due combattenti che hanno fatto sognare un'intera Las Vegas in estate. Floyd non si sbilancia però su un eventuale rematch con l'irlandese: "In questo momento non posso davvero dire se ci sarà una rivincita con lui, perché io sono un uomo di numeri e gira tutto attorno ai numeri. Di certo, nella MMA è totalmente diverso, perché sei senza scarpe e questa per me è una novità, ma combattere non è affatto una cosa nuova per me". L'obiettivo rimane quello di proseguire gli allenamenti e fare domanda per la licenza MMA. Dopodiché si potrà finalmente sognare la grande rivincita sull'ottagono.

McGregor si consola... con il Whiskey (VIDEO)

Lo specialista di arti marziali miste si consola come può dopo la sconfitta subita per mano di Floyd Mayweather.



News correlate

Torna su