Sofia Goggia tra presente e futuro. No alla Coppa del Mondo generale, sì al gigante

L'azzurra ha appena concluso un'annata incredibile vincendo in discesa libera sia l'oro alle Olimpiadi sia la Coppa del Mondo di specialità

Sofia Goggia, Sci Alpino - Reuters

Sofia Goggia, Sci Alpino - Reuters

Per Sofia Goggia è appena andata in archivio una stagione strepitosa che l'ha vista trionfare in discesa libera alle recenti Olimpiadi di Pyeongchang, in Corea del Sud, e l'ha vista poi conquistare la Coppa del Mondo di specialità sempre in discesa. La campionessa bergamasca è una certezza dello sci e dello sport italiano, ma non si lascia prendere troppo la mano e, anzi, cerca di recuperare il tempo perduto in una disciplina come lo slalom gigante che nella stagione appena conclusa ha un po' lasciato da parte.

Motivazioni giuste per tornare "gigante"

Sofia Goggia non fa programmi a lunga scadenza, la Coppa del Mondo generale non è un obiettivo primario perché dipende da troppi fattori. E' un qualcosa che non si può programmare e l'azzurra in questo senso sa bene cosa fare: "Mi piacerebbe vincere altre coppe di specialità, ma per la generale non me la sento di fare il passo più lungo della gamba", ha detto l'olimpionica che, anzi ha in mano altri progetti a breve scadenza per la stagione 2018/2019: riprendere a lavorare in slalom gigante, specialità nella quale nel 2017 aveva vinto il bronzo e che in questa stagione ha un po' dovuto accantonare.

Sofia chiude un'annata strepitosa

Quella appena conclusa è stata senza dubbio la migliore stagione della Goggia, ha vinto tanto e ha conquistato trofei pesanti, di quelli che lasciano il segno e che l'hanno definitivamente consacrata nel gotha mondiale dello sci. Alle Olimpiadi la sorpresa è arrivata fino a un certo punto perché, se dobbiamo dirla tutta, da Sofia ci si aspettava grandi cose e lei non ha deluso. Ma quello che può ha impressionato è come sia immediatamente tornata con i piedi per terra, l'oro olimpico se l'è goduto finché c'è stato il tempo di farlo, poi è stata di nuovo ora di concentrarsi e mettere le cose in chiaro: c'era da vincere la Coppa di discesa e Sofia non si è lasciata scappare questa occasione.

Atleta e donna esemplare

Goggia oggi è un simbolo dello sport italiano ma anche e soprattutto un esempio da seguire: "Non ce ne rendiamo conto - ha recentemente spiegato - perché ci consideriamo delle ragazze normali. A volte tralasciamo il fatto che tanta gente ci guarda come un modello. Ma noi siamo modelli normali, non certo irraggiungibili. Non ci è stato regalato nulla, è tutto conquistato". Conquistato come il cuore di tanti appassionati più o meno informati che hanno visto in Sofia Goggia un simbolo da seguire, un esempio motivazionale per come ha saputo emergere nonostante la difficile carriera da sportiva le abbia già regalato anche qualche noia fisica. Auguriamo a Sofia un futuro radioso, ma se dovessero emergere problemi fisici o di rendimento, abbiamo imparato a conoscere un'atleta eccezionale che siamo certi saprà venire fuori anche dalle situazioni più ingarbugliate.

Gold Rush - Goggia, storico oro

Lo storico oro conquistato da Sofia Goggia alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang in discesa libera.



News correlate

Torna su