William Hill IT Italiano

Il vicepresidente della Fiorentina attacca: “E’ inaccettabile consentire le proteste della Juventus”

Gino Salica, vicepresidente del club viola, si è lamentato delle eccessive proteste dei calciatori della Juventus

Una nuova giornata di Serie A sta per iniziare, ma le polemiche intorno a Fiorentina-Juventus, per l’arbitraggio di Guida, non accennano a placarsi. La rivalità tra la tifoseria viola e quella bianconera è da sempre molto accesa: la sfida che si disputa ogni anno allo stadio Artemio Franchi viene cerchiata con il rosso da ogni sostenitore della Fiorentina. Quella contro la Vecchia Signora infatti non è solo una semplice partita, ma è La partita in assoluto.

E’ passata quasi una settimana dalla sconfitta rimediata per mano della formazione di Massimiliano Allegri, ma la delusione in casa viola non si è ancora attenuata: all’intero ambiente infatti non è andato giù l’arbitraggio del signor Guida, reo di aver annullato ingiustamente il gol del vantaggio viola, oltre ad aver gestito in modo piuttosto discutibile tutto il match.

Le proteste della Fiorentina sono affidate al vicepresidente Salica

Intervenuto nel corso della trasmissione “Salotto Viola” in onda su Italia 7, Gino Salica, vicepresidente della Fiorentina, è tornato a parlare della sfida contro la Juventus: “E’ inaccettabile che alcune squadre possano protestare come ha fatto la Juventus. Parliamo ogni giorno della mancanza di credibilità del calcio italiano, ma se ci si mettono anche episodi di questo genere, la vedo davvero dura. Tutta l’Italia ha visto quel che è successo venerdì scorso, con le tantissime proteste dei calciatori della Juventus. Noi della Fiorentina ci siamo chiesti: perché glielo permettono? Di tutto questo abbiamo parlato a lungo tra di noi e con ogni probabilità ci avrebbe fatto comodo fare la voce grossa, stigmatizzare l’episodio. Ci abbiamo pensato e abbiamo deciso di seguire una linea diversa. Forse i tifosi penseranno che siamo una società assente, ma noi abbiamo preferito intervenire in modo diverso. Insieme al Presidente Coligni stiamo studiando un’operazione che possa riuscire a portare ai livelli giusti quello che è un profondo disagio. Nel corso delle telefonate avute in questi giorni con altre società, abbiamo trovato pieno appoggio da parte di tutti. La visita della proprietà prima della partita contro la Juve è stato un segnale forte ed apprezzato da tutta la società. Per quanto riguarda il discorso della cessione del club, posso solo dire che al momento non si è fatto avanti nessuno e la proprietà in sta portando avanti due progetti molto importanti: il centro sportivo per le giovanili ed il nuovo stadio”.

Le parole del vicepresidente Salica dunque, sono molto forti e lasciano intendere come le polemiche per le vicende arbitrali siano appena iniziate ed avranno un seguito.

Inserisci il testo



News correlate

Torna su