E’ una Sampdoria mondiale: la Russia sarà anche blucerchiata

Il Mondiale che si disputerà in Russia si avvicina e i calciatori della Sampdoria che potrebbero andarci sono sette

Nel corso della passata sessione estiva di calciomercato, la Sampdoria di Massimo Ferrero ha ceduto due pezzi pregiati come Milan Skriniar e Patrick Shick: due giovani talenti, scoperti dal club blucerchiato quando erano ancora dei perfetti sconosciuti, ed esplosi sotto la guida di Marco Giampaolo.

Milan Skriniar, acquistato dall’Inter, sta vivendo una stagione assolutamente straordinaria, dimostrando di avere delle qualità che lo rendono già oggi uno dei giovani difensori più richiesti della prossima sessione di calciomercato. Patrick Schick invece, sta faticando più del previsto ad imporsi con la maglia della Roma: alcuni infortuni muscolari patiti ad inizio stagione e la concorrenza spietata di Edin Dzeko stanno infatti costituendo un freno per l’esplosione del calciatore ceco. L’ex attaccante della Sampdoria però, ha delle qualità indiscutibili ed il club giallorosso continua a nutrire fiducia nel ragazzo.

Sampdoria: obiettivo Europa League, cullando il sogno Mondiale

Nonostante la cessione di due talenti come Skriniar e Schick, la Sampdoria è riuscita a costruire una squadra capace di lottare per centrare la qualificazione alla prossima edizione di Europa League e in tal senso, il Mondiale alle porte in Russia potrebbe rappresentare una motivazione in più per alcuni calciatori a disposizione di Marco Giampaolo.

In tal senso, il Commissario tecnico dell’Uruguay, Oscar Tabarez, ha convocato Lucas Torreira e Gaston Ramirez per il prossimo torneo che la Celeste dovrà disputare in Cina a partire dal 23 marzo.
Per Torreira si tratta della prima convocazione con l’Uruguay, mentre per Ramirez la chiamata di Tabarez è la conferma di quanto sia stata giusta per l’ex calciatore del Bologna la decisione di tornare a giocare in Italia.

Praet è vicino al rientro, con il Mondiale nel mirino 

Se dunque i due calciatori uruguaiani possono cullare il sogno di esserci al Mondiale che si disputerà in Russia, sono invece ormai certi di esserci Zapata (Colombia), Linetty (Polonia)e Strinic (Croazia). Anche Kownacki può sperare di essere convocato dalla Nazionale polacca.

Chi invece ha poche chance di andare in Russia, ma continua a sperarci è Praet: il centrocampista blucerchiato ha esordito nella Nazionale belga quando aveva solo vent’anni – nel 2014 – ma quella presenza contro l’Islanda, ad oggi, è rimasta l’unica collezionata con la maglia del Belgio.

Ora Praet ha recuperato dal guaio muscolare che lo aveva costretto ai box ed è pronto al rientro, con un chiaro obiettivo in mente: quello di continuare a stupire, cullando il sogno di raggiungere i suoi compagni blucerchiati in Russia.

Giampaolo: "Samp matura. Europa League? Romperemo le scatole..."



News correlate

Torna su