Allegri in conferenza: 'A Wembley qualcosa di straordinario, domani gioca Szczesny'

Il tecnico bianconero in conferenza stampa è tornato sull'impresa di Wembley, parlando anche di chi giocherà contro l'Udinese

Consueta conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Udinese per il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri. I bianconeri vengono dall’impresa di Wembley in Champions League, con il successo per 2-1 sul Tottenham grazie alle reti di Dybala e Higuain che hanno portato alla qualificazione ai quarti di finale (qui i possibili avversari). Ora la testa, però, torna sul campionato, dove la Juve continua a rincorrere il Napoli capolista, che ha un punto di vantaggio ma anche una partita in più, che verrà recuperata dai bianconeri mercoledì, all’Allianz Stadium, contro l’Atalanta. Domani, invece, è il turno dell’Udinese di Oddo, che nell’ultimo periodo ha avuto una lieve flessione ma che resta avversario insidioso, come sottolineato da Allegri.

LA CONFERENZA STAMPA DI ALLEGRI

Il tecnico bianconero è tornato sulle polemiche arbitrali in seguito al match contro il Tottenham, rispondendo a Pochettino, oltre a parlare del match di domani, dando alcune indicazioni sulla formazione (qui è possibile leggere le probabili formazioni). Queste le sue parole:

Gli indisponibili contro l’Udinese: “Ci sono due squalificati, che sono Lichtsteiner e Alex Sandro. Cuadrado oggi farà una visita in Germania per poi decidere quando potrà riprendere. Per quanto riguarda Bernardeschi, lunedì avrà una risonanza e inizierà il suo percorso di rinforzo della gamba: tra venti giorni sapremo se si dovrà operare o meno".

Il possibile sorpasso al Napoli: Noi dobbiamo pensare alla partita di domani e a conquistare i tre punti contro l’Udinese, che è una squadra fisica e la terza più fallosa del campionato. Sarà una settimana importante, ma non decisiva”.

La formazione: “Giocheranno Asamoah e De Sciglio in difesa, mentre in porta ci sarà Szczesny. In avanti Mandzukic è recuperato ma non ho ancora deciso chi giocherà”.

Risposta a Pochettino dopo le parole nel post partita di Wembley
: “Non ho nulla da commentare, posso solo sottolineare come il fatto che i dirigenti vengano nel nostro spogliatoio sia un abitudine. L’arbitro ha fatto una buona gara”.

Le condizioni di Howedes: “Ha recuperato e l’altro giorno ha fatto anche la partita a tutto campo. Non ha ancora i novanta minuti nelle gambe”.

Le parole di Sarri: “Non so se l'avrei dette anche io. So solo che la Juventus dovrà vincere domani contro l'Udinese. Sarà uno snodo importante per il campionato. Al momento il Napoli ha 69 punti e la Juventus 68. Mancano 12 partite alla fine del campionato e quella di domani sarà uno snodo decisivo".

L’importanza della vecchia guardia: “Loro sono fondamentali, la loro esperienza è un vantaggio per tutti”.

La sfida di Wembley: “Il risultato di mercoledì è straordinario, ottenuto in un campo storico, ma al momento non abbiamo fatto ancora nulla, quindi manteniamo un profilo basso e i piedi attaccati a terra. Non possiamo permetterci di staccare mentalmente".

La riduzione della finestra di mercato: “Sono assolutamente d’accordo con questa scelta. Avrei ridotto ulteriormente visto che prendere i giocatori a gennaio destabilizza, ma è già un passo avanti”.

LE AZIONI DI ROMA-TORINO



News correlate

Torna su