A San Siro finisce 0-0 tra Inter e Napoli: la Juventus continua a sorridere

Il Napoli non riesce a cancellare il ko contro la Roma, pareggiando a reti inviolate contro l’Inter. Juventus con un punto di vantaggio e con un match da recuperare

Finisce 0-0 il posticipo della 28a giornata tra Inter e Napoli. Risultato che serve poco agli azzurri, che restano al secondo posto in classifica nonostante la partita in più rispetto alla Juventus. Per i nerazzurri un punto utile nella corsa Champions, anche se il Milan adesso è distante solo cinque punti.

LA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, Spalletti ha insistito negli ultimi allenamenti sulla idea di 4-2-3-1 testandolo anche nella rifinitura: davanti alla difesa dunque, spazio a Gagliardini e Brozovic, con Rafinha che andrà a sistemarsi dietro l’unica punta Icardi, in mezzo alle due ali Candreva e Perisic. Maurizio Sarri non ha alcun dubbio. L'unica novità rispetto a quanto visto con la Roma è rappresentata da Hamsik, che rientra dal primo minuto, rispedendo Zielinski in panchina. Per il resto in campo tutti i 'titolarissimi', con il tridente leggero Callejon-Mertens-Insigne inamovibile là davanti. A centrocampo Jorginho in regia, con Allan a completare il terzetto con lo slovacco.

Primo tempo, Inter e Napoli si annullano

Il primo tempo inizia con due squadre attente a non concedere facili spazi alle ripartenze avversarie. La prima vera sortita offensiva è dell’Inter al 12’: ripartenza con Candreva sulla destra, il cross al centro dell'esterno offensivo è però troppo lungo per Icardi e Perisic. Al 15’ risponde il Napoli: Allan prova una percussione centrale con un paio di dribbling ubriacanti, con la difesa dell'Inter che si salva con grande affanno prima con Candreva e poi con Miranda. La partita molto veloce e intensa, al contempo sono tanti gli errori da ambo le parti. Match non esattamente esaltante, col Napoli che prova ovviamente, come da consuetudine, a far girare il pallone alla ricerca del varco giusto. Al 37’ ci prova Candreva: contropiede nerazzurro con Rafinha che allarga per Candreva, con l'esterno che punta Mario Rui e rientra sul sinistro. Tiro sul palo più lontano e palla che esce un paio di metri alla destra di Reina. Primo tempo che finisce dunque 0-0.

Secondo tempo: subito palo di Skriniar, poi Insigne spreca

Il secondo tempo si apre invece con un altro piglio. L’Inter al 47’ sfiora subito il gol: punizione da sinistra calciata al centro da Cancelo, Skriniar svetta su tutti ma la sua deviazione aerea termina sul palo e torna in campo. Il Napoli risponde al 51’, quando Insigne prova un destro a giro che va a sfiorare il palo, ma con Handanovic che sembrava controllare la sfera. Spalletti opera anche un cambio di posizioni tra Cancelo e D’Ambrosio, spostando il portoghese a sinistra e il numero 33 italiano a destra. Al 61’ Spalletti inserisce Eder per Rafinha, ma è il Napoli al 67’ a sfiorare il vantaggio: giocata bellissima tra Insigne e Mertens che dialogano al limite. Il numero 24 aggancia al limite e davanti ad Handanovic prova il pallonetto che termina sulla parte alta della rete. Poco dopo arriva la prima mossa di Sarri che inserisce Zielinski per Hamsik. L’Inter al 77’ si rifà viva in avanti: triangolo cercato e completato da Eder con Icardi, il sinistro del numero 23 è troppo centrale e Reina blocca. Pochi attimi dopo dentro Borja Valero per Candreva.Il Napoli continua ad attaccare e all’81’ èancorapericoloso: apertura a destra per Callejon, lo spagnolo mette in mezzo con Mertens che non arriva contrastato da D'Ambrosio. Il pallone termina a Insigne che però si vede murare il destro da Skriniar. Le ultime mosse di Spalletti e Sarri riguardano l’entrata in campo di Karamoh, Milik e Rog. Ma non succede altro, dopo tre minuti di recupero Orsato manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

LA SERIE A E’ VISIBILE IN STREAMING – LEGGI PER LE INFO   

Spalletti: "Noi più arrabbiati di loro, non firmo per il pari" (video)



News correlate

Torna su