Serie A, André Silva rilancia il Milan: Genoa ko 0-1 a tempo scaduto

L'incornata vincente del portoghese gela Marassi rilanciando il Milan dopo la delusione europea: il primo gol in Serie A arriva nel migliore dei modi

Finisce in maniera assai inaspettata il primo posticipo della ventottesima giornata di Serie A 2017/2018: allo stadio Luigi Ferraris di Marassi il Genoa di Davide Ballardini finisce sconfitto nel finale dal Milan di Gennaro Gattuso: decide l'uomo più inatteso, André Silva, che in extremis punisce il Grifone con una gran girata di testa al termine di una sfida equilibrata e con due gol irregolari annullati dal VAR (non perderti tutti i risultati del pomeriggio). 

LA PARTITA - Davide Ballardini schiera i suoi con il 3-5-2, con Pandev supportato da Galabinov al centro dell'attacco, mentre l'ex di turno Lapadula è relegato in panchina. Sugli esterni confermati invece Laxalt e Lazovic. Bertolacci in cabina di regia. Solito 4-3-3 invece per Gennaro Gattuso, che con l'intento di rilanciarsi dopo la delusione europea lancia Kalinic dal 1' nel tridente con Calhanoglu e Suso. Bonaventura, Biglia e Kessié inamovibili in mediana, mentre la novità è Borini sulla destra.

PRIMO TEMPO A RETI INVIOLATE 

Ritmi subito alti a Marassi, con le due squadre che cercano di mettere sin da subito le cose in chiaro. Il primo squillo è degli ospiti del Milan, che al 9' sfiorano addirittura il vantaggio con Kalinic: il croato riceve un cross teso invitante da Ricardo Rodriguez e in girata col mancino costringe Perin a una grande parata in tuffo. Il Genoa risponde invece alla mezz'ora, con Galabinov che non aggancia di pochissimo un suggerimento di Laxalt dalla sinistra. I rossoneri avanzano con il possesso palla, senza però riuscire a dar fastidio alla difesa avversaria se non con un calcio piazzato di Calhanoglu bloccato centralmente da Perin al 37'. Bonaventura si vedrà invece annullato un gol per posizione irregolare nel finale di tempo.

NELLA RIPRESA IL RISULTATO NON CAMBIA

La prima frazione di gioco si spegne senza troppe emozioni, mentre nella ripresa si assiste a tutt'altra sfida. E' il 53' di gioco quando Luca Rigoni deposita in rete di testa dopo il cross di Hiljemark su palla in attiva, ma la revisione del VAR porta all'annullamento del gol in quanto viziato da posizione di offside. Passano appena tre minuti e ancora il Genoa sfiora l'1-0: Laxalt mette dentro per la sponda di Rigoni sul secondo palo, Zukanovic ci prova di testa da due passi senza però trovare clamorosamente la porta. Dall'altra parte ci prova Rodriguez con un diagonale rasoterra che non impensierisce Perin. Gattuso allora corre ai ripari inserendo Cutrone e André Silva a sostituzione di uno spento Kalinic e Calhanoglu. Lo stesso fa Ballardini inserendo il grande ex Lapadula e Bessa al posto di Pandev. L'equilibrio però non si spezza nemmeno nei minuti finali, con i rossoneri che provano con maggior convinzione (anche se con poca lucidità) a sbloccare il match. E ci riescono praticamente a tempo scaduto con l'uomo più inatteso, André Silva: sciabolata disperata di Suso al 94', sul primo palo il portoghese stacca ottimamente di testa e mette il primo sigillo in Serie A nel migliore dei modi, trascinando i suoi al quarto successo consecutivo in campionato.

LA SERIE A E TANTI ALTRI EVENTI SPORTIVI SONO VISIBILI IN STREAMING – LEGGI PER LE INFO   


Pioli: "Davide ha riacceso l'amore per la Fiorentina" (VIDEO)

Ultime notizie Serie A

  • 15 marzo 2018
  • 29 dicembre 2017
  • 12 dicembre 2017
  • 10 dicembre 2017
show


News correlate

Torna su