Derby al "sonnifero": Sampdoria-Genoa finisce a reti inviolate

Il sabato di Serie A si è chiuso col derby della Lanterna fra Sampdoria e Genoa: partita avara di emozioni e che si chiude senza reti

Il tanto atteso Derby della Lanterna, valido per la 31a giornata di Serie A, termina con il risultato di 0-0, nessuna grande emozione al Ferraris. Sampdoria e Genoa muovono la classifica, lo spettacolo lo hanno dato solo i tifosi.

LA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, Giampaolo recupera Quagliarella che parte dal 1'. E’ invece Caprari ad agire da trequartista alle spalle del numero 27 e di Zapata, con Ramirez in panchina. Per il resto tornano dall'inizio sia Silvestre al centro della difesa, che Torreira in mezzo al campo. Per il Genoa di Ballardini, ci sono le assenze di Izzo, Veloso ed El Jamiq. Nel modulo 3-5-2 difesa con Biraschi, Spolli e Zukanovic, mentre Bertolacci rientra a centrocampo dopo la squalifica. In avanti, con Galabinov recuperato ma in panchina, sono Pandev e Lapadula a formare la coppia d'attacco.

Primo tempo, tanta intensità e nessuna occasione

Il primo tempo del Luigi Ferrari vede due squadre affrontarsi con grande impeto ma poca qualità nelle manovre offensive. La prima notizia del match arriva dall’infortunio di Murru in casa Sampdoria, col terzino sinistro colpito duro dopo uno scontro di gioco con Lapadula. Al suo posto all’11’ Regini. Il Genoa prova sempre giocate laterali con la spinta di Laxalt e Pedro Pereira, quest’ultimo ex di turno. La Sampdoria predilige invece soluzioni centrali, che però non colgono mai impreparata la difesa rossoblu. Insomma primo tempo monotono e 0-0 inevitabile all’intervallo.

Secondo tempo, Sampdoria all’attacco ma senza reti

Il secondo tempo si apre con una Sampdoria più decisa nelle proprie sortite offensive. Il primo squillo arriva al 50’: pallone al limite dell'area di rigore per Lucas Torreira che stoppa e calcia con la sfera che termina di poco a lato. Al 52’ altro cambio forzato nei blucerchiati, fuori Bereszynski e dentro Sala. Il Genoa va un po’ in sofferenza e Ballardini decide al 61’ di coprirsi, inserendo Cofie per Pandev. Al 64’ seconda buona occasione per i blucerchiati: pallone al limite dell'area di rigore per Caprari, servitogli da Sala, l’ex Pescara prova il destro che termina di pochissimo alta sopra la traversa. Sampdoria sempre più arrembante e ancora pericolosa all’80’: Quagliarella difende palla e lancia Linetty, il polacco entra in area e calcia col sinistro che Perin respinge, poi sulla ribattuta Caprari colpisce debolmente.

Serie A, le curiosità sulla 31ª giornata



News correlate

Torna su