Torino-Inter 1-0: è l'ex di turno Ljajic a freddare i nerazzurri

La squadra Spalletti manca il sorpasso sulla Roma, perdendo a sua volta per 1-0 sul campo del Torino: la rete porta la firma del serbo Adem Ljajic

I sogni di terzo posto svaniscono all'Olimpico Grande Torino. L'Inter sciupa la grande occasione di tornare in terza piazza, dopo la sconfitta della Roma, perdendo per 1-0 contro il Torino punita da una rete di Ljajic dopo 36 minuti. Nerazzurri anche sfortunati, con la traversa di Perisic e il palo di Rafinha. Per la squadra di Mazzarri altri tre punti importanti, mantenendo vive le speranze di Europa League.

LA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, modulo 3-4-1-2 per Mazzarri: con Sirigu in porta, Burdisso, N’Koulou e Moretti compongono la difesa. Obi e Baselli vanno in mezzo al campo, con De Silvestri e Ansaldi sulle corsie esterne. Ljajic dietro le punte, con Iago Falque e Belotti in attacco. Luciano Spalletti ha praticamente tutta la rosa a disposizione. Dunque davanti a Samir Handanovic, spazio per Cancelo, Skriniar, Miranda e D’Ambrosio nella difesa a quattro. A centrocampo ancora largo al duo composto dalla fisicità di Gagliardini e dalla “regia” di Marcelo Brozovic. Infine, in avanti, con Candreva e Perisic c'è Borja Valero (e non Rafinha) a supportare Mauro Icardi.

Primo tempo, la sblocca l’ex Adem Ljajic

Il primo tempo dell’Olimpico vede l’Inter partire forte. La prima occasione importante arriva al 13’: corner da destra di Candreva, gran girata volante del capitano nerazzurro, Sirigu salva con un grandissimo intervento. La formazione di Spalletti insiste e al 20’ sfiora ancora il vantaggio con Perisic: altro corner da destra, il croato sale più in alto di tutti, ma il suo colpo di testa colpisce la traversa. L’Inter insiste anche con un paio di conclusioni di Candreva, ma è il Torino a passare in vantaggio al 36’: Belotti porta palla ma si attarda, Perisic però nel tentativo di soffiargli la sfera serve De Silvestri. Il terzino mette in mezzo con Ljajic che chiude a rete sul secondo palo freddando Handanovic.

Secondo tempo, Inter sempre all’attacco

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma è il Torino a cominciare meglio. La prima occasione per il 2-0 arriva al 54’: punizione calciata da Ljajic in mezzo, De Silvestri in acrobazia colpisce col sinistro ma Handanovic salva tutto alzando in corner con la mano sinistra in tuffo. Tre minuti più tardi altra grande chance per il Toro: gran contropiede dei padroni di casa spinto da Ansaldi, l'argentino poi serve Ljajic che calcia di mancino ma il diagonale esce di pochissimo. Scampato il pericolo, l’Inter si rimette ad attaccare a testa bassa, sfiorando il pari al 64’: calcio d'angolo per i nerazzurri, colpo di testa di Miranda sul secondo palo, Sirigu è scavalcato ma il difensore ex Lione in acrobazia salva sulla linea. Nel frattempo Spalletti inserisce in campo Rafinha per l’acciaccato Candreva. Proprio l’ex Barcellona va a centimetri dal pari al 70’: zione da corner, il pallone dopo una respinta finisce a Rafinha che controlla di petto e col sinistro fa partire un diagonale che colpisce il palo. Mazzarri capisce che la sua squadra è in difficoltà, inserendo forze fresche con Edera per Iago Falque e Acquah per Baselli. Negli ultimi minuti l’Inter le prova tutte, creando alcune mischie ma senza fortuna. Finisce 1-0 per il Torino, pericolosa battuta d'arresto per i nerazzurri.

LA SERIE A E’ VISIBILE IN STREAMING – LEGGI PER LE INFO

Spalletti: "Sui gol di Icardi tradite le parole di Rizzoli"

Il mister dell'Inter, Luciano Spalletti, ha parlato in conferenza stampa dell'episodio riguardante il gol annullato col Var a Mauro Icardi durante il derby di mercoledì scorso.



News correlate

Torna su