Juventus, Allegri: "Basta parlare di Madrid, testa alla Sampdoria"

Dopo la grande delusione in Champions League contro il Real Madrid, la Juventus si rituffa in campionato per affrontare la Sampdoria all'Allianz Stadium

La delusione per l'epilogo della serata di Champions League a Madrid è ancora forte, ma la Juventus ha l'obbligo di concentrarsi sul campionato dove ci sono quattro punti da difendere sul Napoli secondo. In programma, nella 32a giornata di Serie A, ci sono nell'ordine Milan-Napoli alle ore 15:00 e Juventus-Sampdoria alle ore 18:00. Insomma un'altra giornata che potrebbe dire molto in chiave Scudetto. Come di consuetudine il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, si è presentato nella sala stampa del Media Centre di Vinovo per presentare la sfida.

Ovviamente si è subito partiti dal match di Champions League contro il Real Madrid, con Allegri che ha subito commentato in riferimento all'episodio del minuto 93 e del rigore assegnato ai blancos: "In quel momento è difficile mantenere la lucidità dopo una partita che hai giocato a grande ritmi, non era semplice. E non mi ha turbato nè il rigore, nè che Alex Sandro non è salito. Ripeto, come ho detto dopo la partita, posso solo fare i complimenti ai ragazzi perchè hanno fatto una partita bellissima, è stata una serata di sport meravigliosa, di calcio, per gli appassionati di calcio, e credo che vedere una partita così difficile, quindi la partita avrebbe magari meritato sicuramente, per gli appaassionati, di andare avanti altri 30 minuti" (probabili formazioni Serie A 32a giornata).

Poi arriva l'affondo, con Allegri che cambia subito rotta dicendo basta alle domande sul Real Madrid: "Dopo 3 giorni in cui tutti hanno parlato e hanno detto, ora basta, perchè domani abbiamo la Sampdoria, abbiamo una settimana che inizia domani con tre partite non decisive ma importanti ai fini del campionato, che è un campionato che va portato a casa insieme alla Coppa Italia. Quindi Madrid va messa da parte perchè bisogna andare avanti e comunque il risultato non lo possiamo assolutamente cambiare, come non possiamo cambiare niente di quella serata", le sue parole riprese da tuttojuve.com.

Non poteva mancare un riferimento anche allo sfogo di Buffon post Madrid: "Nelle situazioni bisogna trovarsi. Buffon è sempre stato un esempio, dentro e fuori dal campo. Se per una volta, in una situazione difficile e complicata, si può capire e non lo condanno. Oltre al rigore, Bisogna capire a livello psicologico la sua situazione. Sfido qualunque persona al mondo a non avere una spiegazione. Gigi per vent'anni è stato un esempio dentro e fuori dal campo. L'arbitro ha arbitrato una buona partita. Avete presente gli imprevisti, a Monopoli? E' stato dato male il tempo di recupero. Con una sola sostituzione bisognava dare un solo minuto di recupero".

JUVENTUS-SAMPDORIA E’ VISIBILE IN STREAMING – LEGGI PER LE INFO

PRONOSTICO JUVENTUS - SAMPDORIA

Pirlo su Buffon: "Forse ha esagerato, ma va capito"

Anche Andrea Pirlo ha espresso la sua opinione sullo sfogo post Real Madrid-Juventus di Gianluigi Buffon.



News correlate

Torna su