Napoli, vedi Lipsia e poi muori

Il Napoli sta vivendo un enorme paradosso: dopo l'eliminazione dall'Europa League, la media punti della squadra di Sarri si è abbassata

Il pareggio rimediato a San Siro contro il Milan potrebbe rivelarsi davvero molto pesante per le ambizioni del Napoli di Maurizio Sarri.
Complice il mezzo passo falso compiuto a Milano e la vittoria della Juventus contro la Sampdoria, la squadra azzurra in questo momento si trova a meno 6 dalla Vecchia Signora, con lo scontro diretto tra le due squadra che si disputerà domenica prossima all'Allianz Stadium di Torino. 

Per continuare a cullare il sogno di vincere il tricolore, il Napoli dunque dovrà necessariamente conquistare i tre punti contro la Juventus, sperando poi che Higuain e compagni possano perdere punti nelle ultime 4 giornate che vedranno la squadra bianconera far visita a Inter e Roma.

Paradosso Napoli, la squadra di Sarri fa peggio fuori dall'Europa

Per molte settimana si è detto e scritto che l'Europa League poteva rappresentare un ostacolo alla rincorsa scudetto del Napoli. I numeri però, raccontano una verità diversa: dal 22 febbraio, vale a dire dalla vittoria conquistata dagli uomini di Sarri a Lipsia - 0-2 che non servì a centrare la qualificazione - qualcosa in casa Napoli è cambiato. 
Da quel momento infatti, secondo quanto riportato dall'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, i risultati del Napoli sono peggiorati sensibilmente e dunque la media punti si è abbassata.

Dando uno sguardo ai numeri infatti, si può notare come nelle prime 15 giornate, giocando la Champions League, il Napoli ha sommato 38 punti in Serie aA, con una media di 2,53 punti. Dalla sedicesima alla venticinquesima giornata invece, sono stati conquistati 28 punti, con una media di 2,80. Dalla giornata numero 26 invece - vale a dire dopo l'eliminazione dall'Europa League rimediata a Lipsia - sono arrivati 12 punti e la media è crollata a 1,71.

Sarri: "Condizionati dalla Juve? Saremmo già retrocessi"

Il tecnico del Napoli ha parlato della lotta Scudetto contro la Juventus di Massimiliano Allegri. 



News correlate

Torna su