Il Codacons attacca la Juventus: 'Contratto Ronaldo immorale'

La Juventus ha ufficializzato solo due giorni fa l'acquisto di Cristiano Ronaldo ma continuano a susseguirsi varie polemiche sui costi dell'operazione

La Juventus ha messo a segno l'acquisto del secondo con l'arrivo di Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese è stato acquistato dal Real Madrid per 100 milioni di euro, con il giocatore che ha firmato un contratto quadriennale, fino al 2022, a 30 milioni di euro a stagione. Cifre che stanno suscitando molte polemiche ma che possono rilanciare il calcio italiano, che negli ultimi anni ormai sembrava non poter più competere con gli altri campionati top per certi acquisti.

Allegri sull'acquisto di Ronaldo.

IL COMUNICATO DEL CODACONS

Ad alzare un nuovo polverone di polemiche è il Codacons, che in un comunicato definisce immorale e vergognoso l'affare Cristiano Ronaldo. Alla fine viene chiamata anche in causa la magistratura, affinché verifichi la correttezza dell'operazione che ha portato il fuoriclasse portoghese a Torino:

"Un contratto immorale e vergognoso per un paese civile. Si tratta di una delle operazioni calcistiche più costose di sempre – spiega il presidente Carlo Rienzi – 105 milioni di euro pagati dalla Juve per il trasferimento del giocatore, più uno stipendio pari a 31 milioni di euro netti a stagione, della durata di 4 anni. Numeri record che si scontrano con la realtà vissuta da milioni di italiani, sempre più in difficoltà economiche, con le famiglie che non riescono a pagare mutui e bollette e arrivare alla fine del mese, come testimoniato dall’Istat. L’Istituto di statistica ha infatti registrato un abnorme incremento dei cittadini in condizione di povertà assoluta, il cui numero sale a oltre 5 milioni di individui nell'ultimo anno, il dato più alto mai registrato nel nostro paese".

Mondo del calcio fuori controllo: "Non mettiamo in dubbio le doti e il valore del giocatore, ma il mondo del calcio è oramai fuori controllo e ha portato i compensi e le operazioni di acquisto dei calciatori a livelli astronomici, tali da mettere a rischio i bilanci delle società – prosegue Rienzi – Per tale motivo crediamo che la magistratura debba verificare la correttezza dell’operazione Ronaldo, accertandone la sostenibilità ai fini del bilancio della Juventus".

POLEMICHE CHE LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO

Quelle di questi giorni, in realtà, sono polemiche che lasciano il tempo che trovano. C'è poco da scandalizzarsi per le cifre che hanno portato Cristiano Ronaldo in Italia, visto che in Spagna non è tutto rose e fiori, eppure non c'è stato questo dibattito popolare. Il giocatore più forte del mondo decide di venire nel nostro Paese e tutto il movimento non deve far altro che esserne contento per gli introiti che porterà tutto ciò. Basti pensare alle varie attività commerciali che trattano oggetti e indumenti sportivi. Senza tener conto degli alberghi, dei vari stadi delle varie città che si riempiranno ogni volta che di scena ci sarà il giocatore più forte del mondo. Per la crisi che avvolge il nostro Paese non bisognerebbe rivolgersi alle società sportive ma a ben altri ambiti. Le proteste dovrebbero essere costanti, e non bisognerebbe insorgere solo in certe circostanze.

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? USA WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

TIFOSI IN DELIRIO PER RONALDO

I tifosi della Juventus esprimono tutta la loro gioia per l'acquisto di Cristiano Ronaldo.



    News correlate

    Torna su